Ag. Brocchi: “Vogliamo la verità”

Ag. Brocchi: “Vogliamo la verità”

ROMA – “E’ stata una grande sorpresa, siamo tutti abbastanza scioccati per quanto successo, conosco Cristian da anni, lo ritengo assolutamente estraneo a tutto”. Davide Lippi, procuratore di Brocchi, ex centrocampista, tra gli altri, di Milan e Lazio, commenta con evidente stupore il coinvolgimento del suo assistito nell’inchiesta portata avanti…

ROMA – “E’ stata una grande sorpresa, siamo tutti abbastanza scioccati per quanto successo, conosco Cristian da anni, lo ritengo assolutamente estraneo a tutto“. Davide Lippi, procuratore di Brocchi, ex centrocampista, tra gli altri, di Milan e Lazio, commenta con evidente stupore il coinvolgimento del suo assistito nell’inchiesta portata avanti dalla Procura di Cremona sul calcioscommesse.

Stamattina il calcio italiano si è risvegliato con una nuova puntata dello scandalo che da mesi ha investito il sistema. Brocchi, al pari di un grande ex rossonero come Gattuso, risulta indagato: “Ma non è nè condannato nè colpevole, c’è un’indagine della magistratura e in tutta tranquillità aspettiamo che l’inchiesta faccia il suo corso“, ci ha tenuto a precisare Lippi junior, intervenuto in collegamento telefonico a ‘Sky Sport 24‘.

Purtroppo a volte finire sui giornali equivale a una condanna, credo che si debba tutelare l’immagine di un ragazzo che ha fatto la sua carriera da calciatore e che sta iniziando quella da allenatore – ha proseguito l’agente – Finora è venuto fuori che ci sono stati contatti tra persone per avere dei biglietti, se fosse solo così poi chi risarcirà Brocchi per il danno di immagine subìto?“.

Un interrogativo pienamente legittimo. Il diretto interessato, fa sapere Lippi, “è sereno, prima di dare giudizi affrettati bisogna stare molto attenti. Vogliamo tutti la verità“. Stamane alle 6 la perquisizione nell’abitazione dell’ex calciatore: “Vedersi arrivare gli agenti alle 6 di mattina in casa, davanti ai figli, non è bello per nessuno. Cristian, comunque, va avanti tranquillo e insieme agli avvocati si riserva di difendere la sua immagine ovunque. Allena con profitto gli allievi del Milan, è primo in classifica e per lui è una bruttissima botta oltre che un forte danno di immagine“.

(fonte: goal.com)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy