AMARCORD – Magnocavallo: “Mi convinse Chinaglia a scegliere la Lazio”

AMARCORD – Magnocavallo: “Mi convinse Chinaglia a scegliere la Lazio”

Durante il ritiro a Gubbio con i biancazzurri si fa notare per l’allegria e gli scherzi fatti ai compagni che aiutano a cementare il gruppo che porterà la i biancazzurri alla salvezza dopo la penalizzazione di 9 punti

ROMA – Centrocampista, nato a Chieuti (FG) l’11 aprile 1957. Trasferitosi da piccolo, con la famiglia vicino a Bergamo, Giorgio Magnocavallo è cresciuto nelle giovanili dell’Inter dove fa tutta la trafila dal 1973 al 1975 e colleziona una presenza in Coppa Italia (1974/75). Nella stagione 1975/76 viene trasferito al Lecco dove gioca in Serie C collezionando 27 presenze e 2 reti. La stagione seguente approda in Serie B con la maglia del Varese e, disputando 29 gare con due reti. In seguito milita nel Brescia e nel Genoa. Dalla stagione 1979/80 va alla Triestina, dove rimane due stagioni, collezionando 53 partite e 8 reti in totale. Viene acquistato dall’Atalanta e con i bergamaschi ottiene la doppia promozione dalla Serie C1 alla Serie A dove nella stagione 1984/85 esordisce nella massima serie. Coi bergamaschi gioca 119 gare e segna 8 volte.

LA LAZIO – Nella stagione 1985/86 viene acquistato dalla Lazio. Nelle due stagioni in biancoceleste, entrambe in Serie B, totalizza 52 presenze e 3 reti in campionato e 7 presenze in Coppa Italia. Durante il ritiro a Gubbio con i biancazzurri si fa notare per l’allegria e gli scherzi fatti ai compagni che aiutano a cementare il gruppo che porterà la i biancazzurri alla salvezza dopo la penalizzazione di 9 punti. Oggi Magnocavallo ricorda al Corriere dello Sport: “Mi convinse Chinaglia in persona ad accettare la Lazio. La sua passione l’ha rovinato”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy