Zuppa di Farris: “Inzaghi ha trasmesso lazialità. Mercato? Ecco chi dobbiamo comprare!”

Zuppa di Farris: “Inzaghi ha trasmesso lazialità. Mercato? Ecco chi dobbiamo comprare!”

Il vice di Inzaghi parla in conferenza stampa: “Servono due difensori, un attaccante e un esterno di difesa”

AURONZO DI CADORE – Massimiliano Farris, vice allenatore della Lazio, ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue parole: “Dal punto di vista atletico avete già parlato con Ripert. Quello che chiediamo è di avere grande intensità in tutti i tipi di esercitazioni. La parte tattica è ridotta al minimo, vengono molto spremuti la mattina, quindi il pomeriggio ritocchiamo il lavoro dell’ultima parte di stagione scorsa“.

RISPOSTE – “Proveremo alcune giocate nella seduta di oggi, lavoreremo su un tempo a testa per provare tutti i giocatori. Non sarà un test probante, ma ad oggi non ci sono giocatori nuovi, tutti conoscono le giocate di Inzaghi e quello che chiede il mister“.

AMBIENTE – “Stiamo vivendo la situazione con grande entusiasmo, non è compito mio parlarne, Simone ha trasmesso la sua lazialità. Abbiamo trovato l’entusiasmo delle famiglie e dei bambini, quello che è successo non spetta a me giudicarlo. Credo che lavoreremo in questa ottica“.

SENATORI – “Devo dire che i senatori non sono preoccupati, sono anche loro qui e conoscono l’ambiente. Sono molto disponibili nei nostri confronti. Sono in attesa di novità e del mercato se ne occupa la società. Abbiamo cercato di portare le nostre idee“.

KEITA E ANDERSON – “Siamo molto sorpresi, ma spetta alla società parlare. Sono due ragazzi eccezionali che possono essere utili alla causa, pensiamo di ripartire da loro. Credo che siano due situazioni diverse, Felipe vuole partecipare alle Olimpiadi e lo posso capire, ma decide la società. Possiamo dare solo un giudizio tecnico. Su Keita speriamo che possano esserci delle novità positive. Su Anderson, non ne abbiamo parlato, ma sarei favorevole a mandarlo, ma questo non si può socntrare con le esigenze societarie. Non abbiamo avuto contatti con nessuno dei due giocatori“.

CAPITANO“Sarà Biglia, ma Radu e Lulic sono tutti e due capitani. All’interno di uno gruppo la fascia è un simbolo. Quei due sono quelli che hanno la Lazio nel cuore“.

LE RICHIESTE – “Ci serve una punta centrale, non abbiamo fatto nomi specifici. Serve un sostituto di Candreva e due difensori centrali. Poi se la società lo terrà opportuno prenderà un esterno difensivo di fascia“.

I DUBBI DELLA ROSA – “Se va via Marchetti, bisogna avere tre portieri. Poi non dobbiamo dimenticare le nuove regole delle rose. E’ una patata bollente che lascio volentieri alla società“.

DE VRIJ E MORRISON – “De vrij, credo che farà due giorni di lavoro a parte. Su Ravel devo dire che ha un grande talento, calcia molto bene. Morrison sa che se vuole essere preso in considerazione deve avere rispetto per staff tecnico e compagni. Quest’anno si è presentato con un piglio diverso e molto disponibile. Può essere molto utile alla causa“.

ENTRARE IN CORSA – “Lo scorso anno c’era difficoltà di risultati, sapendo di avere una scadenza e lavorando con serenità. Ci siamo ritrovati il lavoro dell’anno scorso. Hanno risposto dal punto di vista mentale, grande disponibilità e voglia di fare. A oggi partiamo su un campionato completo, sfruttando la Coppa Italia e di poter giocare una sola partita a settimana“.

I COMPITI DI INZAGHI – “Checchi allenava la Primavera dell’Empoli. Avere solo due tecnici sul campo ci sembrava davvero poco, quando saremo 25/26 giocatori, era necessario puntare su un tecnico preparato e abbiamo scelto lui. Simone ha la supervisione su tutto, ci sono tempi diversi. Mi occuperò della fase difensiva, mentre Checchi sarà utile per chi ne avrà bisogno“.

DJORDJEVIC – “Molto generoso, caratteristiche diverse rispetto a Klose. Stiamo cercando un giocatore complementare rispetto a Filip. Uno staff tecnico credo possa averlo come arma e allenarlo, si sta impegnando molto“.

DUE FACCE – “Fino a 4 giorni stavamo preparando una stagione di serie B con la Salernitana e avrebbe creato una serie di opportunità e lavoro. Ma questa è la Lazio, una squadra di Serie A. Penso solo alle opportunità, sarei un pazzo se lavorassi allo sbaraglio e senza entusiasmo. Abbiamo allargato lo staff, ci aiuterà in sede di mercato“.

SENZA SOCIETA‘  – “La presenza della società potrebbe togliere energie e tempo. Quando Simone riceve l’incarico significa che ha la piena fiducia. Credo che un pizzico della fiducia ce la siamo meritata dallo scorso anno. Durante il cammino se abbiamo bisogno di una mano ci supporteranno“.

SCADENZE – “Speriamo di ottenere rinforzi il prima possibile, non si dimetterà Inzaghi se non arrivano i giocatori (ride ndr). Consentitemi questa battuta, ci auguriamo che possano arrivare rinforzi il prima possibile. Se tornano Biglia e Parolo, questa squadra è in grado di dire la propria. La rosa della Lazio non è da ottavo posto che ha grande talento e cuore“.

CANDREVA – “Con Antonio abbiamo parlato l’ultima partita di campionato, rilasciando dichiarazioni positive. Candreva ha manifestato alla società un suo desiderio, se le situazioni di mercato dovessero evolversi diversamente saremmo molto contenti“.

TIFOSI – “Questo scetticismo l’ho percepito, è nato da come sono nate queste situazioni. Io vivo a Viterbo, mi sono arrivati tanti messaggi di stima. Se riuscissimo a riprendere il lavoro dello scorso anno, possiamo fare qualcosa di buono sicuramente“. Intanto il mercato entra nel vivo >>> CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy