Avv. Gentile: “Lotito non andrà da Pecoraro, sufficienti le memorie”

Avv. Gentile: “Lotito non andrà da Pecoraro, sufficienti le memorie”

Tiene ancora banco il caso Anna Frank, dalla Procura Federale attesi deferimenti o archiviazione

ROMA – Claudio Lotito, non chiederà di essere ascoltato dal procuratore federale Giuseppe Pecoraro. La conferma, ai microfoni di Lazio Family, la dà direttamente l’avvocato del presidente della Lazio, Gian Michele Gentile. “Lotito, dopo un’attenta valutazione, ritiene una sua audizione ridondante rispetto a quanto presente già nella memoria scritta prodotta alla Procura Federale – spiega il legale – I fatti contestati, ovvero l’aver eluso la sanzione della chiusura della Curva Nord facendo entare, nella gara Lazio-Cagliari,gli abbonati in Curva Mastrelli, a nostro avviso non rappresentano alcuna violazione del Codice di Giustizia Sportiva, nel nostro caso si parla di slealtà sportiva, il famoso articolo 1 bis. Il presidente ritiene quindi che il presentarsi dal Procuratore Federale non aggiunga alcun contributo a quanto già affermato nella nostra memoria difensiva. Parliamo di una fattispecie che non ha precedenti, laddove ci fosse un dibattimento, perché noi confidiamo nell’archiviazione, si tratterà di una discussione in punta di diritto. Ovviamente Lotito in sede dibattimentale sarebbe tra i soggetti ascoltati”. La mancata audizione di Lotito –  giova ricordare che dopo l’avviso di conclusione indagini solo il soggetto indagato può chiedere di essere ascoltato, il procuratore non ha più la facoltà di obbligare il deferito a presentarsi – dovrebbe portare Pecoraro a emettere la sua pronuncia, ovvero archiviazione o deferimento al Tribunale Federale, entra la fine di questa settimana. Se per il presidente della Lazio – spiega Laziofamily – resta qualche dubbio sull’eventuale deferimento, questo certamente scatterà, a carico del club, per la responsabilità oggettiva (art. 4 CGS) legata agli atti discriminatori, leggi i 25 adesivi di Anna Frank con la maglia della Roma, rinvenuti al termine di Lazio-Cagliari in Curva Maestrelli (art. 11 CGS), azioni per le quali già sono individuati 13 soggetti ritenuti responsabili del fatto.
Cittaceleste.it
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy