Avv.Gentile: “Lotito non cede la Lazio, contestazione? E’ una parte della tifoseria”

Avv.Gentile: “Lotito non cede la Lazio, contestazione? E’ una parte della tifoseria”

FLASH – Ai microfoni di TuttoSalernitana.com, l’avvocato della Lazio Gentile, ha parlato della questione Lotito-Tifosi :”Mi sembra impossibile che un giorno ceda la Lazio, è un’ipotesi che al momento mi sento di escludere categoricamente. Multiproprietà? E’un problema che in questa fase non si pone, ma posso dire che molto difficilmente…

FLASH – Ai microfoni di TuttoSalernitana.com, l’avvocato della Lazio Gentile, ha parlato della questione Lotito-Tifosi :“Mi sembra impossibile che un giorno ceda la Lazio, è un’ipotesi che al momento mi sento di escludere categoricamente. Multiproprietà? E’un problema che in questa fase non si pone, ma posso dire che molto difficilmente saranno cambiate le normative vigenti, un Salernitana-Lazio in massima serie con Mezzaroma presidente granata e Lotito patron biancoceleste è utopia per ora, c’è un legame di parentela e le regole parlano chiaro. La tifoseria deve sapere questo: Lotito è un combattente ed è ambizioso per natura, questa problematica non frenerà le sue velleità ed anche in B lotterà per il vertice della classifica. Farà di tutto per portare la Salernitana in serie A e per rendere felici i tifosi, il dodicesimo uomo che sta dando un grande contribuito alla risalita: successivamente, l’unica soluzione sarà la cessione della società ad una persona fidata, con la massima trasparenza e con la voglia di lasciare il club nelle mani di un presidente che garantisca solidità sotto tutti i punti di vista e che porti avanti il progetto per migliorarlo, non per regredire”.

 

In questi giorni si è parlato anche della possibile decadenza di Lotito da quasi tutte le cariche di ricoperte a causa di una serie di indagini che coinvolgerebbero il patron di Lazio e Salernitana, ma anche in questo caso Gentile fa chiarezza: “Non c’è nessuna ipotesi di condanna per Lotito, qualche tifoso si diverte a fare il giurista, ma il presidente è un combattente ed una persona molto seria, che tiene al calcio e crede molto in quello che fa. Non ci sono i presupposti per ipotizzare una sua decadenza da tutte le cariche. La contestazione romana? In parte è stata strumentalizzata, è una parte della tifoseria e non certo tutto il popolo biancoceleste”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy