Bacci: “Speravo di vincere la TIM Cup”

Bacci: “Speravo di vincere la TIM Cup”

L’ex difensore biancoceleste ha parlato dell’ultima sfida contro l’Inter e del futuro della squadra ai microfoni di Lazio Style Radio

ROMA – Queste le parole di Roberto Bacci rilasciate ai microfoni di Lazio Style Radio: “È stata una settimana tremenda, c’erano tante aspettative per come si stava giocando. Nella finale di TIM Cup si giocava a Roma e pensavo che giocare nel proprio stadio fosse l’arma vincente. Ma c’è da riconoscere che la Juventus, appena gli concedi mezza opportunità, ti punisce. La Lazio era partita subito bene con l’occasione di Keita ma il gol di Dani Alves ha tagliato le gambe. Se i biancocelesti hanno preso il palo, i bianconeri hanno segnato, la differenza è stata quella di aver subito subito il gol. La difesa della Juve è impenetrabile e pareggiare i conti è veramente difficile”.

lazio-inter

LAZIO-INTER

“Con l’Inter è stata una classica partita di fine stagione, la delusione della coppa si è fatta sentire, il fisico è crollato dalla delusione di non aver portato a casa un trofeo. In questi casi si perde la concentrazione in maniera inconscia. Perdere non fa mai piacere, soprattutto in casa. La Lazio non ha approcciato bene alla gara, ogni tanto può succedere. Questi sono errori di crescita, va ricordato quello che è stato fatto nell’arco della stagione: 70 punti, un campionato strepitoso. Ci sono le basi per portare avanti questo progetto. Quando vedi certi errori ti innervosiscono, ti condizionano. Si poteva pareggiare la gara ed invece ti ritrovi in dieci. Succede tutto il contrario. Certe cose non capisco come possano accadere. Ma non bisogna perdere la testa. Ci sono stati errori clamorosi per una partita che non aveva alcun valore ai fini della classifica”.

lazio-esultanza

PROSSIMA STAGIONE

“I giocatori devono avere la voglia di rimanere alla Lazio, se invece cominciano ad avere delle pretese o a Roma si sentono stretti il rischio è che poi approccino al campionato in maniera sbagliata. La Lazio è una delle migliori squadre in assoluto, lo ha dimostrato anche quest’anno. Chi viene qui deve sapere che questa maglia è importante e pesa. Giocare all’Olimpico non è facile, i tifosi sono abituati a vedere grandi calciatori e un gran calcio. Tanti giocatori non sono abituati a sopportare questo peso. Ci vogliono atleti che hanno voglia, che sentono questi colori nel cuore, la Lazio è qualcosa di particolare, l’emozione che ti dà una maglia del genere è indescrivibile, al di là dei contratti, sono dettagli che ti attirano e ti danno una carica in più. I giocatori devono essere motivati e sposare questo progetto. Delle volte un giocatore bravo che non ha la motivazione giusta nel campionato non rende quanto un giocatore più scarso tecnicamente ma che dà l’anima”. Leggi anche le parole di Petrelli: CONTINUA A LEGGERE

13

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy