Bari, la resurrezione del laziale Filippini: “Le cose sono cambiate”

Bari, la resurrezione del laziale Filippini: “Le cose sono cambiate”

Per Lorenzo Filippini è iniziato un nuovo campionato. Dopo il buio pesto della gestione Mangia, eccolo schierato fra i titolari dal nuovo tecnico Davide Nicola. Carpi partita da dimenticare, dunque. Ma non per il giovane terzino di proprietà della Lazio. «Ho sempre lavorato bene – dice soddisfatto Filippini – era…

Per Lorenzo Filippini è iniziato un nuovo campionato. Dopo il buio pesto della gestione Mangia, eccolo schierato fra i titolari dal nuovo tecnico Davide Nicola. Carpi partita da dimenticare, dunque. Ma non per il giovane terzino di proprietà della Lazio.

«Ho sempre lavorato bene – dice soddisfatto Filippini – era fondamentale farsi trovare pronti. Col nuovo allenatore le cose sono cambiate. Mi ha dato subito fiducia. Mangia nella prima parte di campionato ha fatto valutazioni diverse. Scelte rispettabilissime, ma adesso che ne ho l’opportunità voglio dare tutto il mio apporto. Freschezza, grinta e massimo impegno».

Filippini, Rozzi e Minala. Tre ragazzi arrivati dalla Lazio dai quali la piazza di Bari si aspettava qualcosa in più. «Siamo giovani, normale trovare qualche difficoltà – risponde il terzino – adesso però la situazione sta cambiando. Volendo stilare un bilancio, ad oggi questa esperienza mi ha fatto crescere soprattutto sotto il profilo caratteriale. I miei punti di riferimento all’interno dello spogliatoio? Cerco di rubare qualcosa ad ognuno dei miei compagni, ma se devo fare due nomi, dico Defendi e Contini».

Proprio a Contini il giudice sportivo ha inflitto ieri tre giornate di squalifica per una presunta manata rifilata a Mbakogu. «Non ho rivisto le immagini – conclude Filippini – ma dal campo non mi era sembrato nulla di grave. Dispiace molto per Matteo. Per noi è un giocatore importante e in un momento così delicato la sua presenza è fondamentale. Cori razzisti a Mbakogu? A me sembravano solo fischi». (http://bari.ilquotidianoitaliano.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy