BUM BUM LAZIO – Lotito scatenato: “Anderson? Vale 100 milioni! E lo stadio…”

BUM BUM LAZIO – Lotito scatenato: “Anderson? Vale 100 milioni! E lo stadio…”

ROMA – S’è chiuso nel silenzio dal caso Iodice in poi, non rilascia interviste. Ma qualche dichiarazione è sbucata fuori in questi mesi perché carpita oppure orecchiata e riportata, è accaduto anche ieri mattina. Claudio Lotito, a margine del premio “Ghirelli”, in uno dei soliti capannelli che si creano quando…

ROMA – S’è chiuso nel silenzio dal caso Iodice in poi, non rilascia interviste. Ma qualche dichiarazione è sbucata fuori in questi mesi perché carpita oppure orecchiata e riportata, è accaduto anche ieri mattina. Claudio Lotito, a margine del premio “Ghirelli”, in uno dei soliti capannelli che si creano quando c’è il presidente, s’è lasciato sfuggire alcune riflessioni, in serata i suoi commenti sono diventati dichiarazioni. Parlando di Felipe Anderson ha detto «che non vale meno di 100 milioni», usa questo concetto quando blinda i suoi gioielli e avverte la concorrenza. Non ha fatto il prezzo perché ha messo sul mercato il brasiliano, ha lanciato un messaggio chiaro agli eventuali interessati, prossimi o lontani. Lotito vuole costruire una Lazio ancora più forte e non può prescindere dai big che la compongono. Felipe Anderson è uno degli uomini dell’anno, è esploso ed è stato blindato nei mesi scorsi. Il brasiliano ha firmato il rinnovo promettendo di rimanere a Roma almeno per un’altra stagione. Segue un percorso di crescita, è un protagonista, può esserlo anche in Champions, un anno da titolare a grandi livelli può fargli solo bene, lo sa anche lui. Il mercato è strano, è imprevedibile. Nessuno può sapere se da qui a settembre un top club, un emirato o chi per loro busserà alla porta di Formello mettendo sul piatto fior di milioni. Da ieri si sa quanti ne occorrerebbero.

 

Lo stadio. Lotito, tra i suoi commenti, s’è lasciato scappare una riflessione sullo stadio. Non è una novità, è un motto che utilizza da anni: «Se mi concedono le autorizzazioni costruisco lo stadio in tre anni, raddoppio il fatturato e la Lazio può vincere tutto». Lotito, intanto, ha raddoppiato e ha rilanciato la candidatura europea della sua Lazio, tornata d’incanto bella e vincente. Il passo decisivo andrà compiuto tra poco meno di tre mesi, quando Pioli e i suoi uomini affronteranno il preliminare di Champions. Il terzo posto è sfuggito più volte negli ultimi anni, finalmente è stato acciuffato. Vale subito 12 milioni, può valerne 40 se sarà superato il play-off. Le uniche dichiarazioni ufficiali del presidente sono state veicolate tramite la radio della Lazio, eccole: «Il terzo posto è il raggiungimento di un obiettivo che abbiamo cercato con ogni mezzo. Questa squadra sta dimostrando di avere carattere e tante potenzialità. Il mister è stato il collante indispensabile per questo tipo di persone, è stato capace di risvegliare l’orgoglio dell’appartenenza. Il risultato è stato conseguito con lacrime, sangue e spirito di sacrificio. Forse avremmo potuto fare di più se non avessimo avuto i problemi che conoscete. E’ l’inizio per rilanciare il club ai livelli europei che competono. Ora si riparte con la Supercoppa e con il preliminare di Champions, dobbiamo farci trovare pronti!».

Klose. Lotito spera di trattenere anche Klose. Il tedesco dopo il trionfo di Napoli non ha parlato di addio, ha parlato di Champions: «Adesso dobbiamo vincere le ultime due partite che permettono di arrivarci!». Non ha ufficializzato la sua decisione, ma questo messaggio può far credere nella permanenza sino al 2016, potere del terzo posto. Lorik Cana invece potrebbe partire, ha il contratto in scadenza tra un anno: «Parlerò con il club e con il mister, troveremo una soluzione. Potrei restare e mettere a disposizione la mia esperienza, ma vedremo». (Corriere dello Sport)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy