Candreva: “La Lazio? Ero incedibile, poi invece… forse dovevano fare cassa. Fascia di Capitano? Ecco la verità”

Candreva: “La Lazio? Ero incedibile, poi invece… forse dovevano fare cassa. Fascia di Capitano? Ecco la verità”

“Calci di punizione? Qui all’Inter ci alterniamo con Banega. La qualità qui all’Inter è davvero tanta”

 

ROMA – Candreva parla a RadioSei: “Fino all’anno scorso ero incedibile, poi sono diventato cedibile. Forse la Lazio doveva fare cassa… non lo so. Sono arrivate offerte e le hanno tenute in considerazione. Potevo rifiutarle? Io volevo solamente essere un punto di riferimento. Ho dato tutto per la maglia della Lazio. Io alla fascia di capitano ci tenevo e pensavo di meritarmela. Tanti erano arrivati prima di me e io il vicecapitano non lo volevo fare. L’hanno data a Biglia, il mister pensava di fare una cosa buona per il gruppo e non c’è stata alcuna polemica nello spogliatoioRicordi di Roma? Mi manca andare al campo prima, scherzare con i magazzinieri. Alla Lazio l’ambiente era positivo dove si scherzava in continuazione. Mi manca questo, sicuramente. Si era instaurato un rapporto di confidenza. Io sono stato fortunato che alla Lazio in 4 anni e mezzo abbiamo vissuto più cose belle che brutte. Più alti che bassi. Come a Napoli, una notte indimenticabile. I tifosi a Formello. Sembrava davvero un film già scritto. Il primo gol? Sempre contro il Napoli. Nelle partite seguenti ho capito che potevo rimanere, la società mi ha detto che aveva preso l’altro 50% del cartellino. Più andavo avanti e più capivo cosa voleva dire indossare la maglia della Lazio. C’erano tante persone che mi hanno aiutato nello spogliatoio: Rocchi, Zauri, mi dicevano di far parlare il campo. Il mister Reja è stato determinante, lo sento ancora, ho un rapporto particolare con lui. Mi trattava sempre benissimo, mi ha fatto sentire sempre una persona importante. Non volevo mai deluderlo E non scordo il derby: un casino, durante la settimana c’era tanta tensione, bella e positiva. Soprattutto per i tifosi. Calci di punizione? Qui all’Inter ci alterniamo con Banega. La qualità qui all’Inter è davvero tanta. Siamo tutti calciatori forti, una bella squadra. Costruita in poco tempo, visto anche il cambio del mister con cui ci stiamo conoscendo meglio“. Intanto, sul mercato della Lazio occhio ai colpi di scena a gennaio: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy