• SUL CAN.85 DELLA TUA TV TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Capanni: “Voglio l’Europa con la Lazio e la Nazionale italiana”

Capanni: “Voglio l’Europa con la Lazio e la Nazionale italiana”

Queste le sue dichiarazioni

di redazionecittaceleste

Capanni

Capanni: “In molte mi volevano, ma ho scelto la Lazio”

ROMA – Arrivato sotto il Sole della Capitale in estate, Luan Capanni si è ambientato bene nella Primavera della Lazio.

eccezzzionale

“Altre squadre hanno chiesto di me, ma io volevo solo la Lazio”, riferisce il brasiliano ai microfoni di ESPN.com.br. Poi continua: “Adesso ho a che fare con Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Immobile, gente che prima vedevo solo nei videogame. Ora ho l’onore di giocarci insieme e sono felicissimo, posso imparare tanto”.

ARRIVO NELLA CAPITALE

“Il mio contratto con il Flamengo stava per finire. La Lazio mi ha parlato, Igli tare è stato molto importante per il mio trasferimento. Era una grande occasione, e per me e la mia famiglia venire in Europa è stato un sogno. Si tratta di una maglia pesante con tanti tifosi, e il fatto di giocare per la squadra della Capitale italiana non è roba da poco”.

EUROPA CON LA LAZIO, POI LA NAZIONALE ITALIANA

Il logo della Champions League
Il logo della Champions League.

“Il mio obiettivo è quello di diventare professionista, giocare in Serie A e nei grandi campionati europei, come l’Europa League e la Champions League, ovviamente con la maglia della Lazio. E poi, mi piacerebbe essere convocato nella Nazionale italiana, ho la doppia cittadinanza. E’ un sogno che condivido con la mia famiglia (la sorella è una judoka azzurra, ndr)”.

L’INCENDIO AL FLAMENGO

“Posso dire che è stata una delle notizie più tristi che abbia mai ricevuto. Mi sono svegliato in Italia e molti dei miei amici dormivano ancora in Brasile. Quando ho acceso la TV, la prima immagine era quella dei container in quella situazione deplorevole. Un paio di volte ci ho anche dormito. Quelle immagini mi sono rimaste in testa per tutto il giorno. Ero arrabbiato, conoscevo alcuni di quei ragazzi. Alcuni mi piacevano e avevano un buon contratto. E’ stato terribile”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy