CASO DE ROSSI-MANDZUKIC – Dall’estate scatta la prova tv per insulti razzisti

CASO DE ROSSI-MANDZUKIC – Dall’estate scatta la prova tv per insulti razzisti

Il presidente della Figc Tavecchio: “Alla luce delle ultime esperienze, vogliamo permettere agli organi giudicanti di valutare nel miglior modo possibile i diversi casi”

ROMA – Il caso De Rossi-Mandzukic produce i primi effetti. Ecco una svolta imminente per la Prova tv. Come riporta Il Tempo, ieri Tavecchio in Consiglio federale ha spiegato: “Durante l’estate l’istituto della prova televisiva sarà rivisto alla luce delle ultime esperienze: vogliamo permettere agli organi giudicanti di valutare nel miglior modo possibile i diversi casi”. Una modifica dunque del regolamento relativamente agli insulti razzisti e discriminatori, dopo gli ultimi casi. Perché quel “zingaro di m…” non poteva essere punito secondo le attuali normative. C’era un buco da colmare.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy