LA CONFERENZA – Pioli: “Battiamo la Juve per tornare in Europa”

LA CONFERENZA – Pioli: “Battiamo la Juve per tornare in Europa”

Flash news

ROMA – A poche ore dal match fra Lazio e Juventus, Pioli presenta nella consueta conferenza stampa questi Quarti di Coppa Italia, forse unica porta per l’Europa: “Noi sappiamo che è il nostro obiettivo e la Tim cup può darci questa possibilità, quindi vogliamo vincere. La Juve è forte, viene da 10 vittorie, ma noi sappiamo il nostro valore”. Solo stando sul pezzo sino al novantesimo può essere espresso: “Dovremo sempre stare dentro la partita con convinzione e solidità perché incontriamo una squadra, pronta a colpirci nei nostri minimi punti deboli”.

MOSSE – Bisevac è pronto all’esordio: “E’ disponibile per domani”. A Bologna 60′ senza giocare, 30′ per recuperare il pari: “Abbiamo le qualità per essere un’ottima squadra soltanto se le accompagniamo col giusto atteggiamento. Altrimenti siamo battibili sempre”. Il rientro di Lulic permetterà a Pioli di mettersi, eventualmente, col 3-5-2: “Si è possibile, l’importante è che Senad sia al 100%”. Il cambio suo e di Klose sono stati decisivi al Dall’Ara: “Miro è entrato bene ed è evidente. La nostra fase offensiva sta migliorando. Nelle prime 15 partite abbiamo segnato 17 gol, nelle ultime 5, dieci, e possiamo fare ancora di più”. Se tornasse il vero Anderson, sarebbero mitragliate sotto porta: “Felipe sta lavorando per trovare la condizione migliore”. Si potrebbe puntare anche a un tridente micidiale con Keita e Candreva: “E’ una soluzione, ho a disposizione caratteristiche importanti, sceglieremo quelle che ci garantiscono di più”. Intanto arrivano pure i primi rinnovi “big”: “Le motivazioni sono la marcia in più. Sono segnali di un percorso che la società sta portando avanti. Sono contento per Marchetti e Lulic, che si sono legati a questa causa”.

RIVINCITA – 5 ko consecutivi, ecco l’ennesima rivincita con la Juve: “Non penso al passato, ma al presente e al futuro. In questo anno e mezzo abbiamo affrontato spesso la Juve e ogni partita ci ha insegnato qualcosa. Noi faremo una prestazione al massimo delle nostre possibilità. La Lazio deve giocare con compattezza e sbagliare il meno possibile”. Matri è un ex, ha un debito dalla finale di Coppa Italia: “Mi aspetto che Alessandro sia pronto a dare un aiuto alla squadra. Non siamo stati fortunati nel sorteggio degli ottavi, ma bisogna andare avanti”. Pioli dice di non soffrire Allegri: “Lui allena una grande squadra, io voglio vincere qualcosa con la Lazio. E contro di lui l’avrei meritato già la passata stagione. In futuro sarà possibile comunque rifarci”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy