CONFERENZA – Zeman: “Lazio forte. Felipe Anderson? Forte anche l’anno scorso…”

CONFERENZA – Zeman: “Lazio forte. Felipe Anderson? Forte anche l’anno scorso…”

Zeman è pronto all’ennesima sfida contro il suo passato. Domani al Sant’Elia arriva la Lazio, forse l’apice più alto della carriera dell’allenatore boemo. C’è assoluto bisogno di punti, non una novità, ma l’avversario è uno dei più in forma del campionato. In conferenza, Zeman si dice soddisfatto dei suoi nazionali: …

Zeman è pronto all’ennesima sfida contro il suo passato. Domani al Sant’Elia arriva la Lazio, forse l’apice più alto della carriera dell’allenatore boemo. C’è assoluto bisogno di punti, non una novità, ma l’avversario è uno dei più in forma del campionato. In conferenza, Zeman si dice soddisfatto dei suoi nazionali: “Sono contento che diversi dei miei giocatori siano andati in Nazionale. Logicamente terrò conto delle loro prestazioni e della loro forma, anche se Cop è arrivato acciaccato. Donsah? Non è recuperato. Mancheranno anche Ceppitelli e Caio Rangel gli altri sono a disposizione, chi più chi meno in forma e daranno tutti i loro contributo”. La Lazio, l’avversario di turno, è in un grande momento: “Non possiamo scegliere l’avversario. In forma o no, noi dobbiamo fare risultati con tutti. Contano voglia e motivazione. Sappiamo in che situazione siamo e dobbiamo metterci massima concentrazione. Non ci aspettiamo regali da nessuno. Noi abbiamo le nostre motivazioni per il nostro obiettivo, loro motivazioni diverse per l’obiettivo Champions. Giocheremo, come sempre, per fare gol e dobbiamo sbloccarci. Non dobbiamo farci condizionare dal fatto che non concretizziamo per quanto creiamo”.

 

 

 

 

Quanto conta il contributo della vecchia guardia e cosa teme di più della Lazio? “Mi auguro che i veterani ci aiutino, dato che hanno mantenuto la categoria per molti anni. La Lazio l’ho vista giocare quando sono tornato a Roma e penso che giochi il migliore calcio d’Italia. Felipe Anderson? Hanno detto che lo ingabbierò. Io penso che sia un giocatore importante, ma le qualità le aveva anche l’anno scorso. Quest’anno ha avuto la possibilità di esprimersi al meglio. Tuttavia credo che più che preoccuparci dei loro punti di forza per limitarli, dovremo cercare di batterli proponendo il nostro gioco. In quanto ex ho un ricordo bellissimo della Lazio: arrivammo pure secondi anche se allora non contava molto, si andava in Coppa Uefa”. (fonte: Gianlucadimarzio.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy