CORSA CHAMPIONS – Udinese, Strama: “Roma carica perchè si gioca la Champions con la Lazio. Di Natale in forse…”

CORSA CHAMPIONS – Udinese, Strama: “Roma carica perchè si gioca la Champions con la Lazio. Di Natale in forse…”

UDINE – “La Roma, dal punto di vista delle motivazioni, è la squadra più difficile da affrontare, perché si gioca la Champions con i rivali di sempre, ed in più, viene da un ritiro”. Andrea Stramaccioni predica attenzione. La sua Udinese dovrà vedersela all’Olimpico con i giallorossi di Garcia, in…

UDINE – “La Roma, dal punto di vista delle motivazioni, è la squadra più difficile da affrontare, perché si gioca la Champions con i rivali di sempre, ed in più, viene da un ritiro”. Andrea Stramaccioni predica attenzione. La sua Udinese dovrà vedersela all’Olimpico con i giallorossi di Garcia, in lotta per il mantenimento del secondo posto in classifica, ma il tecnico si dice comunque convintoche la sua squadra possa far bene: “Abbiamo fatto una buona settimana dal punto di vista agonistico. Non vogliamo regalare nulla a nessuno, siamo pronti a fare la nostra partita”.

 

 

L’UDINESE MIGLIORE – Nella gara dell’Olimpico, Stramaccioni si affiderà ad una formazione collaudata: “Sicuramente non sarà una partita nella quale fare esperimenti – afferma il tecnico –  perché il valore della Roma richiama la migliore Udinese. Ci sarà qualche giovane in campo, ma l’ossatura sarà la migliore, visto che la gara è di alto livello. Avrà spazio chi ho visto bene in settimana. Se il risultato della Lazio sarà condizionante?  Per noi no – continua – e credo neanche per i giallorossi, perché poi c’è il derby e la Roma non può speculare. Loro giocheranno assolutamente per vincere, e la chiave saranno i tanti duelli in campo. Se noi, non rinunciando ad attaccare, resteremo organizzati e con voglia di soffrire e fare chilometri, potremmo concretamente mettere in difficoltà i giallorossi”.

 

DI NATALE IN DUBBIO – Totò ha questo problema all’adduttore. Vuole esserci, ma non dobbiamo andar via con un giocatore indisponibile. Se sarà convocato, sarà in grado di giocare, altrimenti lavorerà per il Sassuolo”.

 

A ROMA DA EX – “Non sono di quelle persone che rinnegano il passato. Sono romano e da ragazzo tifavo Roma. Se sono tra i professionisti lo devo a loro e alle persone che mi hanno voluto bene, come Bruno Conti. Nella mia testa però c’è solo l’Udinese, e domani cercheremo di fare la nostra partita. Abbiamo il nostro percorso da seguire e i ragazzi lo sanno”. (fonte: corrieredellosport.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy