DE VRIJ – “Ora avete capito perchè ho scelto la Lazio?”

DE VRIJ – “Ora avete capito perchè ho scelto la Lazio?”

ROMA – Stefan De Vrij, la giovane colonna della difesa biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM: “È appena terminato l’allenamento, abbiamo fatto un buon lavoro, sono contento. È un grande gruppo, ogni tanto è importante ridere ma dobbiamo lavorare seriamente. Stiamo facendo bene in campionato…

ROMA – Stefan De Vrij, la giovane colonna della difesa biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM: “È appena terminato l’allenamento, abbiamo fatto un buon lavoro, sono contento. È un grande gruppo, ogni tanto è importante ridere ma dobbiamo lavorare seriamente. Stiamo facendo bene in campionato e dobbiamo continuare così. Veniamo da cinque vittorie consecutive, giochiamo bene e vinciamo. È vero, ho cambiato molti compagni di reparto e con tutti ho trovo un’intesa perfetta.  Mauricio è arrivato da pochi mesi e si è integrato molto bene, posso giocare con tutti. So che quando non ho giocato abbiamo perso, spero di non saltare neanche una partita da qui a fine stagione. Sono a rischio squalifica ma questa condizione è tale da cinque partite, spero di non essere più ’ammonito. Oggi siamo andati nelle scuole, è stata una grande emozione, i bambini italiani sono molto più estroversi rispetto a quelli olandesi! Il mio italiano sta migliorando, devo ancora studiare per perfezionarlo. Questa è una mia caratteristica, nella vita e sul campo, voglio essere sempre il migliore, sono un perfezionista, a volte non è possibile ma io ci provo sempre.  La Lazio era l’unica società che ha creduto in me prima del Mondiale. A luglio ho ricevuto tante richieste, ma ho scelto la Lazio e sono molto felice. Questa scelta è stata un bene per me, tutti in Olanda si domandavano perché ho scelto la Lazio. Ora lo hanno capito tutti. Il campionato italiano è unico, sono venuto qui anche per questo. Gli attaccanti giocano in profondità, il calcio è più tattico. Hoedt non  lo conosco bene, l’ho visto giocare una volta e ha segnato al Feyenoord , fisicamente è forte e ho intravisto in lui tanto potenziale. Quando arriverà a Roma lo aiuterò ad ambientarsi, ormai conosco abbastanza bene l’ambiente.  Se continuiamo a vincere così non c’è bisogno di un mio goal. Il nostro obiettivo è quello di tornare in Europa, la classifica è corta, ma noi pensiamo sempre e solo al prossimo avversario, quindi siamo concentrati per la sfida contro il Verona. Dopo l’Hellas ci sarà la sosta, sono onorato di poter indossare la maglia del mio Paese, per quanto riguarda la Lazio, speriamo di far bene anche dopo questa settimana di stop. Klose e Braafheid sono stati compagni di Toni, lo conoscono bene e già mi hanno spiegato i suoi movimenti. Il compagno più matto? Cavanda. Mi piace giocare all’Olimpico davanti ai nostri tifosi, insieme a loro siamo fortissimi”. (sslazio.it)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy