DERBY – Gli aquilotti di Ruggeri perdono contro la Roma

DERBY – Gli aquilotti di Ruggeri perdono contro la Roma

I ragazzi di Ruggeri perdono il derby

Roma

ROMA – Domenica, come riporta il sito ufficiale della Lazio, l’Under 15 di Paolo Ruggeri è scesa in campo per la sfida contro la Roma. Le giovani aquile impegnate in quel di Trigoria escono sconfitte 2-0. Un risultato irrilevante a livello di classifica dato che le due compagini capitoline già avevano la matematica qualificazione ai sedicesimi di finale del campionato di categoria. All’andata la stracittadina era terminata in parità, questa volta il derby si tinge di giallorosso. I ragazzi di mister Ruggeri non scendono in campo con la giusta cattiveria agonistica e dopo un primo tempo terminato sullo 0-0, nella ripresa sono i padroni di casa di mister D’Andrea a sbloccare il risultato. Al 4’ Barbarossa sigla il gol dell’1-0, lasciato tutto solo dalla destra in rovesciata spedisce la sfera in rete. Al 10’ arriva il gol del raddoppio con Bamba. Le aquile di mister Ruggeri crollano e nonostante le sostituzioni ed uno schieramento più offensivo passando dal 4-3-3 ad un 3-3-4, è sempre la Roma a rendersi pericolosa, ma Cirillo, l’estremo difensore biancoceleste, salva il risultato in più di un’occasione. La Lazio non riesce a rendersi pericolosa ed al 25’ deve sopperire anche all’espulsione dell’attaccante Del Mastro, i biancocelesti terminano la sfida con un uomo in meno ed escono sconfitti dalla sfida di ritorno contro i giallorossi.

Le giovani aquile classe 2001 e 2002 mettono in campo una prestazione ben differente rispetto all’andata, si è vista una squadra più timorosa di giocare la partita, schiacciata nella metà campo, ma la parola d’ordine è ‘rialzarsi’.

Adesso si deve pensare alle partite importanti, i sedicesimi di finale sono prossimi per i ragazzi di Paolo Ruggeri, come ha detto lo stesso tecnico nel post partita ai microfoni di Lazio Style Radio: “E’ stato un derby molto duro sotto il punti di vista dell’impegno, i ragazzi hanno provato a dare il massimo anche se non sono stati perfetti, forse hanno accusato la tensione, ma potevano fare molto meglio. La Roma è un gruppo molto preparato e pronto e ci ha messo in difficoltà, fermo restando che potevamo sfruttare meglio le poche occasioni che ci siamo creati. Una partita comunque buona che ha permesso di capire alcune cose sia ai ragazzi che ai noi dello staff, adesso ci prepariamo per affrontare l’ultima gara del campionato e poi affronteremo la fase finale. Franco (capitano dei Giovanissimi Fascia B Elite, difensore centrale ndr) titolare? E’ un ragazzo classe 2002, questa è la politica della Società, se il ragazzo è pronto e può giocare perché no, anche io sposo questa politica. E’ normale che passando da un campionato regionale ad uno nazionale si possono trovare alcune difficoltà, ma proseguiremo su questa linea, anche in settimana altri ragazzi classe 2002 verranno ad allenarsi con noi. In vista dell’ultima sfida con la Lupa Roma ai miei ragazzi chiedo di chiudere bene l’anno visto che in casa abbiamo fatto solo due pareggi ed il resto tutte vittorie, bisogna continuare così per poi iniziare a pensare a quello che succederà in seguito al termine della Regular Season. Ai ragazzi dico sempre che fino adesso sono state partite difficili, ora inizieranno quelle difficilissime. Il complimento che gli faccio? Hanno fatto bene anche se potevano fare molto meglio, il rimprovero? Non bisogna avere il timore di giocare queste partite, bisogna metterci tutto: il cuore, l’anima, il cervello, i piedi ed in questo derby qualcosa l’abbiamo lasciata a casa.

Il portiere biancoceleste Federico Cirillo può essere definito ‘the man of the match’, in più di un’occasione ha salvato la rete, il risultato avrebbe potuto essere più ampio. Anche l’estremo difensore al termine della sfida contro la Roma, ai microfoni di Lazio Style Radio 89,3, ha commentato a caldo la sconfitta: “Loro hanno giocato nettamente meglio di noi, potevamo far meglio, ma siamo entrati in campo un po’ paurosi e non abbiamo espresso al meglio il nostro gioco. Cercheremo di far meglio nelle prossime partite. Cosa ci è mancato? La voglia di andare a prenderli alti e non farli giocare, a differenza di quattro mesi fa dove non gli abbiamo mai dato il tempo di respirare. Io migliore in campo? Sono contento di aver fatto dei buoni interventi, ho cercato di dare il massimo, poi da laziale il derby è uno stimolo maggiore e cerco sempre di dare il meglio di me, oggi ci sono riuscito anche se poi il risultato purtroppo è stato negativo. Nell’ultima partita con la Lupa Roma vogliamo far bene per chiudere in bellezza la Regular Season che comunque per il momento ci ha portato delle belle soddisfazioni. In seguito vedremo chi sarà il prossimo avversario nei sedicesimi di finale, vediamo se andiamo a Palermo a giocarci queste finali e cercheremo di dare il massimo contro qualsiasi avversario per entrare nelle migliori otto squadre d’Italia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy