Diaconale: “Lazio vittima di un linciaggio allucinante”

Diaconale: “Lazio vittima di un linciaggio allucinante”

Queste le parole del responsabile della comunicazione

ROMA – Il responsabile della comunicazione, Arturo Diaconale, è intervenuto a ‘Goal di Notte’ su Teleroma 56 ed è tornato sulla vicenda Anna Frank: “Ho sentito l’esigenza di intervenire per portare un po’ di verità in questa storia. In questi giorni la Lazio è stata subissata di accuse ingiustificate, di un linciaggio generale allucinante rispetto a una vicenda che invece non merita né questo linciaggio, né questa accusa continua. La vicenda merita la giusta condanna, che è scontata, è stata ribadita, va ripetuta e contro questi fenomeni bisogna combattere per eliminarli progressivamente. Sono fenomeni antichi perché la politicizzazione delle curve, che non riguarda soltanto la Lazio, risale agli anni ’70. All’Olimpico era iniziata come un fenomeno di estrema sinistra da parte della tifoseria romanista e poi è stata bilanciata dalle altre. Adesso questi fenomeni si stanno rarefacendo e bisogna fare in modo che scompaiano del tutto. Ci vuole prevenzione, repressione giusta ed educazione, cosa che la Lazio nella persona del presidente Lotito ha fatto nel corso di questi ultimi anni, in prima linea con iniziative che sono costate minacce di morte. Ora una parte di questa tifoseria si sta comportando bene:  quest’anno non ci sono stati striscioni o cori offensivi, ci sono stati i ‘bu’ fatti da una piccola parte”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy