ESCLUSIVA – Canovi: “Proporrò diversi giocatori alla Lazio”

ESCLUSIVA – Canovi: “Proporrò diversi giocatori alla Lazio”

L’agente Fifa è intervenuto a Cittaceleste Tv

Canovi

ROMADario Canovi è intervenuto ai microfoni di CITTACELESTE TV, canale 669 del digitale terrestre, visibile a Roma e nel Lazio, nella trasmissione “IO TIFO LAZIO”, in onda dal lunedì al venerdì dalle 21 alle 23: “Fiorentina, Roma e Napoli devono rinforzarsi per spezzare lo strapotere della Juventus e dovranno fare cose importanti. Il Milan è da rifondare, deve cambiare 8/11 della squadra. Dipenderà molto dalle vicende societarie del club rossonero. L’Inter con due acquisti azzeccati sarà protagonista il prossimo anno”.

PSG – “Sulla partenza di Cavani credo poco, mentre Maxwell e Wander Wiel possono partire.  E’ molto più probabile che vada via Ibrahimovic, direzione Qatar. Sta all’emiro decidere il futuro di Ibrahimovic che ha ancora qualche resistenza ad andare via. E’ sempre il capocannoniere del campionato francese.

BEN ARFA – “Ha grande mercato in Inghilterra, credo che il suo futuro sarà lì. Le squadre inglesi possono offrire molto di più delle squadre italiane. Il suo futuro sarà oltre Manica”.

LAZIO – “Ci sono giocatori molto interessanti, Andersen è di primissima fascia. Lo proporremo sicuramente al mercato italiano e quindi anche alla Lazio. Ma oltre a lui proporremo anche altri giocatori”.

THIAGO MOTTA – “Ha ancora un anno di contratto, è un leader della squadra. Credo che sia un giocatore molto intelligente, ha un futuro da grande allenatore. E’ l’elemento equilibratore del Psg. Con tutto il rispetto se c’è Montolivo in Nazionale e non c’è Thiago Motta? Ogni oste dice che il proprio vino è sempre il più buono (ride ndr). Se l’Inter avesse avuto Thiago Motta sarebbe stata la vera rivale della Juventus. Lo scorso anno il club nerazzurro lo ha cercato con insistenza”. Intanto il mercato della Lazio entra nel vivo >>> CONTINUA A LEGGERE

cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy