ESCLUSIVA CITTACELESTE FM – Onofri: “Contro il Chievo problema mentale”

ESCLUSIVA CITTACELESTE FM – Onofri: “Contro il Chievo problema mentale”

Onofri critica l’approccio mentale della squadra di Pioli

onofri

Ai microfoni di Cittaceleste FM, in onda sugli 88,100 di Elle Radio dal lunedì al venerdì, dalle 17,30 alle 19,30 in contemporanea su Cittaceleste Tv canale 669 del digitale terrestre, è intervenuto Claudio Onofri, ex giocatore del Genoa e commentatore per Sky Sport del match Chievo-Lazio: “E’ stata una sorpresa negativa per la Lazio a livello mentale, mi aspettavo una reazione diversa dopo la sconfitta di Leverkusen. Sia come reparto, che individualmente, è evdente che ci siano dei problemi. Gentiletti non ha fatto una prova eccelsa. Anche in mezzo al campo non sono rusciti mai ad arginare, non tanto Rigoni, ma quando la palla arrivava a Birsa, arrivavano i problemi peggiori. Quando ti mancano Klose, Djordjevic e Biglia, non si possono chiedere dei miracoli. Questa è una socieà che ha invstito molto sui giovani, su tanti 95, di assoluto valore che verrà fuori con il tempo ma ancora non così marcato. Keita è un ottimo elemento di grande prospettiva, ma manca un centravanti. Matri calca i campi della serie A da molti anni, può avere responsabilità importanti. Qui a Genoa aveva fatto molto bene, sfornando diversi assist e gol. Ti fa salire la squadra e sa proteggere la palla, cosa che ora non si vede mai, è un acquisto giusto. Il gol preso contro il Bologna, buona colpa è di Radu con tutto il rispetto per il giocatore. La fase difensiva spero possa migliorare. L’aspetto atletico mi ha sorpreso in maniera negativa. La Juventus non è riuscita a rimpiazzare Pirlo, non mi stupisce l’interesse per Biglia. Khedira e Marchisio sono degli adattati, soprattutto il centrocampista della Nazionale. Tevez è difficile da sostituire, ma li sono più coperti. La cessione di Vidal è più compensibile, ti fa 7 o 8 gol all’anno e ti garantisce un rendimento molto importante. Contro la Roma a Juventus ha sbagliato la gara anche dal punto di vista tattico, la Roma ha aggredito alta, con Dzeko ha trovato un centravanti potente. Con Hernanes possono coprire quella falla da trequartista, meglio lui che Pereyra. Davanti il Milan ha Bacca, Luiz Adriano e se Balotelli ha voglia di giocare stanno messi bene, a centrocampo manca ancora qualcosa da fare e sistemare per competere per le prime posizioni”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy