ESCLUSIVA – Max Giusti a Radio Incontro Olympia: “Mio figlio è napoletano, Lulic non lo sopporto”. Poi interviene Lotito(quello vero)

ESCLUSIVA – Max Giusti a Radio Incontro Olympia: “Mio figlio è napoletano, Lulic non lo sopporto”. Poi interviene Lotito(quello vero)

Interviene in diretta anche il Patron Biancoceleste

ROMA – Max Giusti è intervenuto a Radio Incontro Olympia, prima come Lotito: “Se lei mi vuole attaccare non ci sto, mi faccia delle domande e basta. L’allenatore della Lazio sta facendo un grandissimo lavoro… Complimenti a…come si chiama? (Poi torna serio). Io sono della Roma, lo imito da tanti anni. Non l’ho mai imitato durante il derby, per staccare in quella settimana. Che gusto sarebbe essere romanisti senza la Lazio e viceversa. A Roma ci sta la Lazio e la Roma, e mio figlio tifa Napoli. Come è possibile? Datemi una mano, io ci ho provato ma non ci sono riuscito a portarlo sulla retta via. Speriamo che crescendo… Chiamare adesso in diretta Lotito? No non ce la faccio, mi uccide. Comunque spesso risponde, è uno dei pochi”. Lotito risponde, ma non ha voglia di parlare: “C’è Max giusti che mi vuole salutare? Dopo lo richiamo” e attacca. Max Giusti riprende: “Lo chiamo dopo e male che va vi dico cosa mi ha detto (ride). Adesso ho una piccola scuola di tennis a Villa Pamphili. Siamo campioni nazionali under 14 e 16. Ci sono tanti ragazzini che giocano qui. Le prime 4 del campionato? Juve, Napoli, Inter e Lazio…La scaramanzia nel calcio è tutto(ride). Un giocatore della Roma che amo? Nainggolan, Juan Jesus non mi convince. Lazio? Lulic non mi piace (ride). Parolo mi piace molto. Del Napoli Hamsik. Della Juve mi piace lo spirito, vogliono solo vincere. Hanno questa forza che invidio ma che me li rende antipatici. Non mi piace la squadra del padrone. Il vincere facile non mi piace. Uno scudetto nostro vale dieci rispetto a uno bianconero”. Ecco le parole parole di Lombardi >>> CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy