ESCLUSIVA Radio Incontro Olympia – ‘Er Faina’: “Essere laziali vuol dire essere differenti, i romanisti invece…”

ESCLUSIVA Radio Incontro Olympia – ‘Er Faina’: “Essere laziali vuol dire essere differenti, i romanisti invece…”

Ultim’ora

 

ROMA – Lo Youtuber Damiano Coccia, detto “Er Faina”, è intervenuto a Radio Incontro Olympia: I FAN – “Buonasera a tutti, sono rientrato adesso a casa, ho rischiato di prendere la pioggia ma mi sono salvato. Io ho quasi 700mila fan. 700mila pazzi.

ILARY BLASI – La Blasi era della Lazio, lo sappiamo tutti. Io la stimo, oltre ad essere una bella ragazza è molto brava, ma mi sta deludendo oggi. Si crede chi sa chi ma prima faceva la letterina non scordiamocelo. La Blasi ho capito perché faceva Le Iene, fai due stacchetti e basta, quello può fare. Quando presenta il Gf è come il Carpi lo scorso anno in Serie A.

COME HO INIZIATO – Io Fb non lo usavo molto, anche perché ero fidanzato. Poi la mia ragazza mi ha messo le corna e mi ha fatto male. Mio fratello mi ha detto di non soffrire per una così, che le cose tristi sono altre, come quando ho perso mio padre. Poi mi ha consigliato di fare un video. Faccio questo video contro di lei e prendo un sacco di insulti. Il mio video aveva fatto però incredibilmente 50mila visualizzazioni. Dopo un mese feci un video contro una canzone di Jovanotti, ho fatto un milione di visualizzazioni e ho continuato. Io il video lo faccio sempre la mattina perché sono più arrabbiato. La sera arrivo più rilassato e non lo faccio, ma quando sento la sveglia già mi rode. Uno degli ultimi video che ho fatto? Ti parlo della canzone “Andiamo a comandare”. Il cantante è alto un metro e venti con i tacchi e ci fa andiamo a comandare, ma dove vai? Dopo che è uscita questa canzone lo dicevano poi le persone che non potevano dirlo, come i 50enni che si fanno mettere sotto dalle mogli. Mi hanno aperto anche una pagina contro è vero, quella è una gioia per me. Se te lo vuoi vedere il video mio te lo vedi, sennò no.

LA LAZIO – Tutti credevano che fossi della Roma, per come parlo che è un po’ tipico loro, ma io sono l’eccezione che conferma la regola. Per me essere della Lazio vuol dire essere differenti. Io sono cresciuto in una scuola dove tutti erano della Roma, ma lo erano per moda, come adesso. Io vengo da una famiglia laziale.

LA GESTIONE LOTITO – Io ci sto perdendo le speranze però con questa gestione. Io sono cresciuto con la squadra più forte del mondo e adesso mi sto scoraggiando con il tempo. Inzaghi non mi è mai piaciuto, anche da calciatore. Vuole fare le cose che non è in grado di fare. Ho parlato con Cerci che è un amico mio, mi ha detto che il 3-5-2 lo sanno usare solo Ventura, Conte e Allegri. Finalmente adesso ha scelto il 4-3-3. Io faccio il monnezzaro non l’allenatore, ma la penso così.

IL NUOVO SINDACO – Non è cambiato niente con la Raggi, Roma è sempre sporca. Bisogna darle tempo alla Raggi però per ora non è cambiato niente.

VI SALUTO A MODO MIO – Vi saluto così: “Allora rega me raccomanno, dalle 18 alle 20 ce sta Stefano Benedetti su Radio Inconto Olympia, seguitelo, er Faina ve sallustia””. Intanto Felipe Anderson è convinto che questo possa essere il suo anno >>> CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy