ESCLUSIVA Radio Incontro – Sconcerti: “Stadio vuoto per i troppi controlli, tifosi trattati come criminali”

ESCLUSIVA Radio Incontro – Sconcerti: “Stadio vuoto per i troppi controlli, tifosi trattati come criminali”

25/11/2016

ROMA – Mario Sconcerti è intervenuto a Radio Incontro Olympia: “Bisogna capire quali sono gli obiettivi della Lega. Ci sono molti imprenditori che non pensano al bene dell’insieme, ma solo alla propria casa. La cosa giusta sarebbe collaborare. Oggi giorno il calcio vive con la televisione, e non si può tornare indietro. La gente però non ci va più allo stadio non solo per un problema economico, ma anche per i controlli. Ci sono tanti controlli, chi va allo stadio deve quasi dimostrare di non essere un criminale. Tutti questi controlli allontanano la gente. Questo campionato ci sta dicendo che c’è una squadra superiore a tutti, con due squadre incomplete come la Roma e il Napoli e una Lazio divertente. Poi c’è un abisso tra le prime cinque e le altre. Keita va venduto e bisogna ricavare tanti soldi, la cosa migliore sarebbe venderlo a giugno. Secondo me non ci fai più soldi se lo vendi a gennaio. E’ cresciuto molto, è diventato un giocatore di grande livello, in pochi hanno le sue potenzialità. Questa Lazio mi piace molto, ha tanti giocatori di qualità. E’ una squadra completa, non vedo punti deboli nei primi 14 giocatori. E’ una squadra da terzo-quinto posto”. Ecco le parole di Cruciani >>> CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy