ESCLUSIVA – Zavaglia: “Felipe Anderson è destinato in Inghilterra”

ESCLUSIVA – Zavaglia: “Felipe Anderson è destinato in Inghilterra”

Secondo Franco Zavaglia, Felipe Anderson è destinato in Inghilterra

destinato

ROMA Franco Zavaglia, agente Fifa, è intervenuto a CITTACELESTE TV, canale 669 del digitale terrestre a Roma e nel Lazio, all’interno della trasmissione “IO TIFO LAZIO”, in onda dalle 21 alle 23: “Bisevac? Se Tare lo ha valutato bene significa che fa al caso della Lazio. Il difensore dominante? Bisogna vedere le esigenze della società e le capacità economiche della società stessa. Se non si costruiscono in casa è dura, non si possono prendere giocatori che costano 30 o 40 milioni. La Lazio è Roma, ma bisogna vedere le entrate della Lazio e non sono molte. Al posto di Lotito avrei abbandonato la nave da tanto tempo, va avanti con grande cocciutaggine. Sentirsi contestato sempre, non mi sembra un ben dire. La Lazio è stata presa dalle ceneri del fallimento, per tutti i debiti della pregressa gestione che c’era stata. Avevo dei giocatori che ci hanno rimesso dei soldi per vivere la Lazio. O c’è un paperon dei paperoni oppure meglio andare avanti con una società, con pagamento degli stipendi puntali, con debiti ridotti, rispetto al passato. Per quanto riguarda i giocatori, mi occupo di giovani. Un giocatore di prospettiva che può diventare bravo è Nicholas Viola. Per i giovani, io dico che in Italia nel settore giovanili ci sono giocatori importanti: Alessandro Celli 1997 sentirete parlare, un altro è Regolanti Giuliano, può giocare nella massima serie. Un altro 1995 interessante, della Sampdoria, un esterno destro moderno. Se la voce di mercato del Manchester ha fondamento, c’è un parlare da 4 o 5 mesi di Felipe Anderson in Inghilterra a quelle cifre va dato via, e secondo me è destinato in Inghilterra, ma non so quando. Se la Lazio deve fare di necessità virtù punterei su Mandragola e Sensi, che potranno essere titolari in casa. La Lazio ha già in giro parecchi giovani interessanti. Per far giocare i giovani serve l’allenatore giusto che li valorizzi e non tutti gli allenatori sono così. Pollace? A Salerno l’allenatore fa giocare i giocatori con la carta d’identità in mano, con un altro allenatore avrebbe giocato di più . Budimir? Se la Lazio fa avance veloci lo potrebbe prenderlo subito, non deve aspettare troppo, altrimenti potrebbe perderlo e il suo prezzo alzarsi velocemente.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy