FLAMINIO – Malagò: “Speriamo di farlo tornare ai fasti d’un tempo”

FLAMINIO – Malagò: “Speriamo di farlo tornare ai fasti d’un tempo”

La capitale d’Italia candidata per le Olimpiadi 2024. Nella cornice del palazzo dei Congressi all’Eur il numero uno del Coni ha parlato di quello che le Olimpiadi potrebbero portare a Roma e anche dell’impianto caro ai tifosi biancocelesti

Malagò

ROMA – La capitale d’Italia candidata per le Olimpiadi 2024. Inviato stamattina a Losanna un dossier, presentato da Luca di Montezemolo, il presidente del comitato Roma 2024. Nella cornice del palazzo dei Congressi all’Eur il numero 1 del Coni Giovanni Malagò ha parlato di quello che le Olimpiadi potrebbero portare a Roma (tra le altre, circa 177 mila unità di lavoro in tutto il periodo di cantiere, di cui 48 mila direttamente collegate ai lavori preparatori dei Giochi), ma anche dello stadio Flaminio, impianto caro ai romani e soprattutto ai tifosi biancocelesti, che verte oggi in condizioni di semi-abbandono: “E’ una ferita della città. Vogliamo recuperare questo stadio, noi crediamo di essere una speranza per farlo tornare agli antichi fasti per far giocare nello Stadio Flaminio il rugby a 7 e per il Pentathlon moderno. Ma speriamo di non dover aspettare il 13 settembre del 2017”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy