• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

FM LAZIO LIVE – De Angelis: “Baggio mi chiese un video”

FM LAZIO LIVE – De Angelis: “Baggio mi chiese un video”

** Live dalle 7.00 alle 20.00 ** ROMA – 30 Aprile 2014 – Tutte le dichiarazioni degli addetti ai lavori e dei loro ospiti riguardanti la Lazio e l’ambiente biancoceleste. Tutto dall’etere Romano e non solo. Tutto raccolto in questo articolo, che sarà costantemente aggiornato dalla redazione di Cittaceleste.it. Radio…

di redazionecittaceleste

** Live dalle 7.00 alle 20.00 **

ROMA – 30 Aprile 2014 Tutte le dichiarazioni degli addetti ai lavori e dei loro ospiti riguardanti la Lazio e l’ambiente biancoceleste. Tutto dall’etere Romano e non solo. Tutto raccolto in questo articolo, che sarà costantemente aggiornato dalla redazione di Cittaceleste.it.

Radio Sei, Guido De Angelis: “Sono passati 24 anni, va bene Guido. Di Canio aveva 18 19 anni, andammo al Monte Antenne sopra l’Olimpica, c’era Alessandro della Curva era degli Eagles Supporters, becca Monte Antenne, alza gli occhi e si ritrova Paolo Di Canio. Lui sogna non è vero, si sogna questa scena con in sotto fondo la canzone di Venditti Correndo, Correndo. Le immagini erano spartane, era la sigla di una mia trasmissione televisiva. In tutta questa scena, lui ha la sciarpa degli Eagles, poi entra la mamma nella stanza e lui pensa, ma allora è solo un sogno. Allora lui si arrabbia, quel video lo ritrovo è troppo bello. Di Canio, mi ha detto che lo ha fatto vedere a Roberto Baggio quando era alla Juventus e lui gli chiese se potevo salire a Torino a farlo. Queste sono le emozioni, a noi manca un punto di riferimento, io a Paolo, pure se non chiama, non risponde a lui gli verrò sempre bene. Paolo è un po’ orso è anarchico, quel giorno però correva con Alessandro. Vorrei un giorno che qui passasse quella gente che ha avuto problemi con la Lazio. Pensate alla storia di Nesta che torna all’Olimpico è una cosa incredibile. Nesta è un nostro figlio è un nostro fratello, la storia della Lazio va protetta. Tutti i nostri campioni sempre tormentati, come anche Signori, che magari si aspettava qualcosa in più, ma sono scesi in piazza per lui, a Roma una cosa del genere non si è mai vista neanche per Totti e De Rossi. Qualcuno ti ha messo da parte, ma alla fine “volemose bene”. Forse alla società di oggi, non gli interessa neanche più di tanto. Giorgio Chinaglia da solo contro i romanisti, ha dato tantissimo alla Lazio. Teniamoci stretta la storia e tutto quello che è nostro, adesso non abbiamo riferimenti, c’è rimasta la maglia e una curva straordinaria e un popolo straordinario, la gente si riunirà il 12 maggio. Deve essere una marea umana, sarebbe bello mettere un maxi-schermo fuori lo stadio, deve diventare una Woodstock della Lazio”.

Radio Manà Manà Sport, Francesco Scarcelli: “Ripensando ancora a quella grandissima emozione provata il 29 Aprile 1998, non posso fare a meno di ricordare la sontuosa campagna acquisti diretta dal presidente Cragnotti. Basta ricordare i vari Vieri, De La Pena, Stankovic. Le vittorie devono essere un punto di partenza e non di arrivo. Ma vi ricordate gli acquisti fatti da Lotito, dopo la Coppa Italia del 2009? Questa gestione mi ha stancato“.

RadioRadio, Benedetti: “Il 12 maggio? La gente laziale ha voglia e necessità di questo evento. Si deve nutrire di lazialità. E’ come una persona nel deserto che muore dalla sete. Il problema è che si fa finta che i tifosi della Lazio non esistano… E’ come avere un pozzo di petrolio e non te ne frega niente...Sulla champions del Cholo: “La partita di questa sera del grande Atletico e del grande Cholo? Forza Atletico! E’ una bellissima favola e tifo per questo splendido film che sta vedendo la squadra prima in classifica e in semifinale di Champions. E’ veramente un sogno…”

Cittaceleste.it


0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy