GIOVANILI – Menasci: “Vittoria importante nonostante siamo campioni”

GIOVANILI – Menasci: “Vittoria importante nonostante siamo campioni”

Menasci ha parlato alla radio ufficiale

Menasci

ROMA – Nella 23^ giornata di campionato per i Giovanissimi Provinciali di Mario Menasci arriva la vittoria nello scontro al vertice contro la Lupa Roma, seconda forza del campionato. Le 14 le lunghezze di distacco sono state evidenti in campo, le giovani aquile classe 2002 e 2003 si impongono sulla Lupa 4-1 grazie alla doppietta di Ramazzotti ed ai gol di Valdes e Pacenza. Per l’ennesima giornata mister Menasci regala l’esordio in questa categoria ad Andrea Santilli e Nicolò Pollini, due giocatori classe 2003 saliti dai Giovanissimi Provinciali Fascia B di Emiliano Leva.

Le giovani aquile continuano a mantenere la loro imbattibilità ed il primo posto della classifica vantando di essere il miglior attacco con i 152 gol siglati e la miglior difesa con le 5 reti subite.

Il tecnico Mario Menasci, al termine della gara ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM commenta così la sua squadra: “Anche se matematicamente abbiamo già vinto il campionato, dobbiamo raggiungere ancora il nostro ultimo obiettivo, cioè terminare al meglio le ultime due giornate che ci sono rimaste. Sono molto soddisfatto del cammino fino a qui svolto, i ragazzi sono un gruppo attento, motivato e riescono a dare sviluppi in gara di ciò che si prova durante la settimana e questo è ciò che mi inorgoglisce di più. Con tutti i tecnici c’è un buonissimo rapporto ed interscambiare i giocatori tra i vari gruppi, in base agli impegni ed alla crescita, è una grande soddisfazione per tutto il Settore Giovanile biancoceleste. Spesso giochiamo sotto età, ma cerchiamo di non far notare questa differenza in campo anche perché sotto il punto di vista tecnico i ragazzi sono pronti, dal punto di vista fisico/biologico invece vanno aspettati. Diamo la possibilità ai più piccoli di giocare sotto età per crescere meglio e prima. In questo finale di stagione ai miei ragazzi chiedo di metterci alla prova in contesti nuovi, di dare seguito al lavoro svolto in campionato e di confermare le qualità che abbiamo, soprattutto lo spirito di gruppo che ci ha accompagnato in questo nostro percorso.

Anche il difensore Emanuele Ugazzi passa ai microfoni di Lazio Style Radio 89,3 commentando la sfida: “Abbiamo un po’ sofferto, ma abbiamo vinto e cercheremo di vincerle tutte fino alla fine. Il gol subito? Capita anche alle difese migliori, si spera che non succeda più.

Stefano Pacenza, il giocatore classe 2002 gonfia la rete e commenta la sfida: “E’ stata una partita piena di emozioni, all’inizio abbiamo subito un po’, ma ci siamo ripresi. Abbiamo fatto i gol del 3 e 4-1, poi abbiamo tenuto palla fino alla fine. Continuiamo ad essere imbattuti, speriamo di proseguire così.

Scende in campo con la fascia da capitano al braccio, Nicolò Zoppellari commenta l’ennesima sfida vinta e si proietta al finale di stagione: “Questa partita l’abbiamo preparata bene in settimana lavorando sia sulla fase offensiva che sulla fase difensiva. Loro hanno provato a metterci tutto quello che avevano, però noi abbiamo giocato bene ed abbiamo vinto. La fascia da capitano al braccio? E’ una grande emozione onorare la maglia della Lazio e farlo da capitano, poi ho fatto una buona partita. Il primo posto in campionato era uno dei nostri obiettivi, ora dobbiamo pensare al torneo di Frosinone ed agli altri tornei, ci prepareremo al meglio.

Nicolò Pollini, il difensore classe 2003 salito dalla squadra di mister Leva trova il suo esordio in questa categoria, ma ai microfoni di Lazio Style Radio apre una parentesi che va al di là del calcio: “L’esordio in questa categoria è stata un’emozione bellissima, vorrei ringraziare tutto lo staff sia di mister Leva che di mister Menasci ed i tecnici per questa opportunità che mi hanno dato giocando con i 2002. Io uno studente modello? Nella mia scuola ho vinto la borsa di studio sportiva, possiamo dire che sono stato il migliore studente del mio istituto, ma possiamo anche dire che non tutti i calciatori sono somarelli (ride ndr)“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy