Gli Eagles Supporters: “Che emozione tornare in Maestrelli”

Gli Eagles Supporters: “Che emozione tornare in Maestrelli”

ROMA – Il 12 maggio sarà una data densa di significati perchè sarà un modo anche per rivedere tutti i gruppi che hanno fatto la storia del tifo biancoceleste. A tal proposito, all’interno della trasmissione La Voce della Nord su Radio Sei, ha parlato Claudio, esponente degli Eagles Supporters, storico…

di redazionecittaceleste

ROMA – Il 12 maggio sarà una data densa di significati perchè sarà un modo anche per rivedere tutti i gruppi che hanno fatto la storia del tifo biancoceleste. A tal proposito, all’interno della trasmissione La Voce della Nord su Radio Sei, ha parlato Claudio, esponente degli Eagles Supporters, storico gruppo di tifosi della Lazio che sarà presente in Maestrelli in occasione dell’evento “Di Padre in Figlio”:

L’emozione è andare in voce come sto facendo adesso, sono 25 anni che non tiriamo fuori lo striscione e 22 anni che non facciamo un comunicato ufficiale. L’emozione sarà vedere lo striscione, qua sono passati gli anni come se fossero passati mesi. Qualcuno si ricorda ancora delle tante trasferte, sarà ancora più bello vedere i più giovani e anche quelli più navigati. Lo striscione è lungo 54 metri, c’era il buon Tonino Di Vizio che diceva sempre sono 80 metri di striscione. E’ nato da una idea di Gianni Barbieri, preso dall’Eldorado Lazio, una squadra di pallacanestro, sono quelle cose indelebili. Siamo nati in quella maniera, la medaglietta con quell’ Aquila ce l’hanno tutti, rivederla a distanza di anni ti da un’emozione tremenda”.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy