Hernanes: “Il gol alla Lazio? Avevo già deciso di non esultare. Avevo paura di dimenticarmelo”.

Hernanes: “Il gol alla Lazio? Avevo già deciso di non esultare. Avevo paura di dimenticarmelo”.

Ancora una giornata poi, archiviato il campionato, Hernanes potrà finalmente sulla Coppa del Mondo. Il centrocampista dell’Inter, infatti, è stato convocato nella Seleçao che cercherà di vincere in casa il suo sesto Mondiale. Una grande gioia per lui. “Ho provato una gioia pazzesca perché era il mio progetto di vita…

Ancora una giornata poi, archiviato il campionato, Hernanes potrà finalmente sulla Coppa del Mondo. Il centrocampista dell’Inter, infatti, è stato convocato nella Seleçao che cercherà di vincere in casa il suo sesto Mondiale. Una grande gioia per lui.

Ho provato una gioia pazzesca perché era il mio progetto di vita quello di fare parte di questo gruppo – ha detto Hernanes ai microfoni di Sky Sport – Sono molto felice e fiero di avere raggiunto questo momento della mia carriera. Per un giocatore brasiliano giocare con la nazionale un Mondiale in Brasile è il top dei top. L’esclusione Kakà? Quando giocavo ai videogame, lui era già un campione e io lo chiamavo ‘il mostro’. Per me rimarrà sempre un grande giocatore. Non è stata una sorpresa che lui non sia stato convocato, credo che Scolari abbia costruito piano piano la sua squadra ed è stato coerente con le sue scelte fatte giorno dopo giorno“.

Nella gara d’esordio, contro la Croazia, Hernanes si troverà davanti un suo compagno di squadra all’Inter: Kovacic. “E’ un grande giocatore – ha detto Hernanes – e sta vivendo un buon momento, facendo valere il suo talento. Se mi chiedete chi sono le squadre favorite per il Mondiale potrei dire il Brasile insieme ad Argentina, Germania e altre squadre, perché in questa competizione sono le grandi scuole che fanno la differenza. Chi temo? Nessuna squadra. Mi hanno sempre insegnato ad aver rispetto di tutti, ma paura di nessuno. Tra le squadre che potrebbero rivelarsi delle sorprese dico il Cile e anche la Croazia, ma spero non contro di noi“.

Hernanes dà poi un voto alla stagione sua e dell’Inter… “Un 6 – ha detto il centrocampista nerazzurro – Perchè direi che siamo stati sufficienti. Io? Un 6 anche per me. Quando sono arrivato qui avevo detto che non avrei pensato a grandi cose, ma a lavorare duramente e con grinta perché facendo così le cose sarebbero arrivate. Ho fatto così, lavoro duramente e faccio di tutto per migliorare, però sono già accadute cose importanti, ad esempio il primo goal a San Siro e la convocazione al Mondiale. Le cose importanti stanno arrivando, quindi avevo ragione“.

E sul tecnico Walter Mazzarri, che sembra messo in discussione per la prossima stagione, Hernanes non ha dubbi: “Se lui è l’uomo giusto per l’anno prossimo? Sicuramente. Io mi auguro di continuare con lui, perchè è un grande allenatore che potrà fare tanto per l’Inter. I fischi di San Siro? Nel calcio accade una roba strana, perché se non si vede subito il risultato si fischia subito. In alcune partite ci è mancato qualcosa e i tifosi hanno fischiato, è qualcosa che può capitare in una stagione così, ma non era facile ottenere l’obiettivo che il mister ha ottenuto“.

Hernanes ha poi commentato la sua mancata esultanza dopo il goal contro la Lazio e l’addio al calcio giocato da parte di Zanetti… “Avevo già deciso di non esultare se fosse capitato di segnare – ha detto ancora Hernanes – Era il mio primo goal al Meazzae avevo paura di dimenticare quella promessa che avevo fatto a me stesso per rispetto della mia ex squadra. E’ stato difficile non festeggiare, perché era un goal importante e importante per me. Zanetti? Io vedo che ha quarant’anni e continua ad allenarsi sempre al massimo‎ e si fa trovare sempre pronto. E’ questo che mi ha fatto impressione e che mi fa pensare a quanti sacrifici abbia fatto per mantenere questo stato mentale e fisico. Nella festa d’addio ho visto l’affetto e il rispetto che tifosi, società, compagni e avversari hanno dato al capitano e mi ha dato ancora più motivazione, mi ha caricato“. (Goal.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy