IL DOPPIO EX – Meghni: “Spero che Lazio-Bologna finisca con un pari”

IL DOPPIO EX – Meghni: “Spero che Lazio-Bologna finisca con un pari”

“Ho vissuto i primi anni dell’era Lotito. Il cambio di presidenza ha portato tante novità e per i tifosi non è stato facile abituarsi alle differenze. Non sapevo ci fossero delle difficoltà tra la società e i tifosi anche adesso, da lontano è difficile seguire queste situazioni”

ROMA –  Quello che poteva essere e non è stato: un calciatore dai piedi unici. Mourad Meghni, ex centrocampista biancoceleste dal 2007 al 2011, si racconta a Radiosei:  “Sono tornato quest’anno a giocare, dopo esser stato fermo un anno per l’intervento al ginocchio. Stavo per smettere, sono stato un periodo lontano dal calcio e mi sono rinchiuso in famiglia. Poi però ho iniziato a giocare a calcetto vicino casa nella squadra in cui mio fratello fa l’allenatore. Qui ho recuperato piano piano dall’infortunio e ho ripreso fiducia, adesso sono felice. Ho risentito dei miei amici, un giorno mi piacerebbe anche tornare in Italia. Non so in quale veste, ma è un mio obiettivo perché è un paese in cui si vive per il calcio”. Con la Lazio tante luci e ombre, ma anche soddisfazioni: “Ho davvero dei bei ricordi. I biancocelesti mi hanno offerto l’opportunità di giocare la Champions League, questo era stato sempre il mio sogno. Al Bernabeu ebbi anche una grande occasione per andare a segno. Ricordo spesso questo episodio con gli amici, sarebbe potuta cambiare la partita e sarebbe stata una gioia immensa segnare al Real Madrid. Ho vissuto i primi anni dell’era Lotito. Il cambio di presidenza ha portato tante novità e per i tifosi non è stato facile abituarsi alle differenze. Non sapevo ci fossero delle difficoltà tra la società e i tifosi anche adesso, da lontano è difficile seguire queste situazioni. Per quanto riguarda il campionato attuale, è molto importante iniziare bene per ottenere fiducia. Anche quando c’ero io abbiamo vissuto stagioni altalenanti, sfiorando la retrocessione con la stessa squadra che aveva fatto bene l’anno prima”. Domenica la Lazio affronterà un’altra ex di Mourad: “Ho bellissimi ricordi anche a Bologna. Qui sono stato sei anni, vivendo la mia prima esperienza in Italia. È stato un momento indimenticabile della mia vita. Visti i sentimenti che mi legano ad entrambe spero finisca con un pareggio”.

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy