Il presidente della FRF Burleanu: “Ufficiale, ho incontrato il capitano della Lazio, Stefan Radu”.

Il presidente della FRF Burleanu: “Ufficiale, ho incontrato il capitano della Lazio, Stefan Radu”.

ROMA – Si torna a parlare di Stefan Radu e della Romania, vicini, assieme. La notizia attesa da anni, dai sostenitori romeni, sta infatti per arrivare: il capitano della Lazio tornerà ad indossare la casacca della Nazionale. Lo ha annunciato in un’intervista il presidente della FRF, la federcalcio romena, Razvan…

di redazionecittaceleste

ROMA – Si torna a parlare di Stefan Radu e della Romania, vicini, assieme. La notizia attesa da anni, dai sostenitori romeni, sta infatti per arrivare: il capitano della Lazio tornerà ad indossare la casacca della Nazionale. Lo ha annunciato in un’intervista il presidente della FRF, la federcalcio romena, Razvan Burleanu. E’ stato il primo compiuto ufficiale di Burleanu, eletto il 6 Marzo come notifica la FIFA: “Răzvan Burleanu è il nuovo presidente della federcalcio rumena (FRF) dopo essere stato eletto all’assemblea generale della federazione. Avrà un mandato di quattro anni. Il membro del Comitato Esecutivo UEFA Mircea Sandu, eccellente presidente in Romania dal 1990, non si era ricandidato ed è stato nominato presidente onorario della FRF su proposta del comitato esecutivo FRF. Răzvan Burleanu è il più giovane presidente della storia della federazione rumena ed è attualmente anche il più giovane presidente di una federazione sportiva rumena. Figlio di Gheorghe Burleanu, che ha giocato oltre 350 partite nel massimo campionato rumeno, Burleanu ha giocato a calcio a livello giovanile prima di scegliere gli studi accademici. Ha studiato scienze politiche alla Scuola Nazionale di Studi Politici e Amministrativi di Bucarest, e si è laureato prima di seguire master e presentare una tesi di dottorato”.


E’ quindi partito alla volta della capitale per colloquiare con Radu: “E’ vero, ho incontrato Stefan Radu per chiedergli se fosse disponibile a tornare in nazionale o meno. C’è stato un malinteso, non posso dire di più. E’ stata una conversazione privata ma superando tale fraintendimento tornerà in Nazionale (si è parlato del rapporto pessimo con il selezionatore e lo staff, causa primaria del divorzio viste le mancate convocazioni ndr).

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy