IL RETROSCENA – Pagliuca: “Sono stato vicino alla Lazio e alla Roma”

IL RETROSCENA – Pagliuca: “Sono stato vicino alla Lazio e alla Roma”

ROMA – L’ex portiere dell’Inter, Gianluca Pagliuca è intervenuto ai microfoni de “I Laziali Sono Qua”, trasmissione radiofonica in onda dalle 10 alle 13 dal lunedì al sabato sugli 88.100 FM di Elleradio.

Su Lazio-Sampdoria e su Pioli
“Stasera vincerà la squadra che manterrà i nervi maggiormente saldi, visto che sia la Lazio che la Sampdoria stanno vivendo un brutto momento. Credo che Pioli e Montella puntino molto su questo match e una nuova sconfitta aprirebbe scenari difficili per le due squadre. Conosco bene Stefano, è un allenatore molto preparato e puntiglioso, sicuramente moderno e adatto ad un tipo di società come la Lazio”.

Sulla possibilità di un suo arrivo alla Lazio negli anni novanta
“Sì, nella mia storia sono stato molto vicino sia alla Lazio che alla Roma. Ai tempi in cui in biancoceleste arrivò Marchegiani, si diceva che Cragnotti mi volesse, ma anche i giallorossi mi fecero una corte spietata prima del mio trasferimento all’Inter. Mascetti mi chiamò anche a casa. Con Marchegiani c’era anche un dualismo in Nazionale. All’epoca c’erano davvero portieri di grandissimo livello, ricordo anche Peruzzi, Zenga, Sebastiano Rossi e molti altri”.

Sull’Inter, sua ex squadra
“Non credevo che i nerazzurri avrebbero espresso questa continuità, invece hanno dimostrato di essere una squadra che quando vuole un risultato lo ottiene. Inoltre Mancini è un grande allenatore e conosce bene l’ambiente. Alle spalle dei nerazzurri vedo bene la Juventus e il Napoli. Il “mio” Bologna” mi sta impressionando favorevolmente da quando è arrivato Donadoni. La società ha progetti importanti, non credo che retrocederà”.

Su Marchetti
“Quest’anno, a voler essere del tutto sincero, mi è piaciuto meno che nel passato. Ha commesso degli errori non da lui, pur essendo un portiere sempre di grande livello, ha anche disputato un Mondiale. Le sue qualità non si discutono, deve solo ritrovare la forma migliore”.

Sulle prospettive europee della Lazio
“L’anno scorso in Europa League è arrivato in finale il Dnipro, anni fa ci sono state anche altre sorprese. Presentandosi al top della forma, quando la competizione entrerà nel vivo, la Lazio può arrivare lontano”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy