• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Il vice di Conte su Zappacosta: “Giusto andare alla Lazio per giocare…”

Il vice di Conte su Zappacosta: “Giusto andare alla Lazio per giocare…”

Queste le parole di Angelo Alessio sul possibile ritorno in Italia del terzino

di redazionecittaceleste

ROMA – Conte lo aveva trascinato in Inghilterra, adesso Zappacosta sogna il ritorno in Italia. E la Lazio può essere la destinazione più probabile, con un consiglio prezioso. Ai microfoni di RMC Sport, il vice di Conte a Londra, Angelo Alessio, spinge Zappacosta alla Lazio: “Se vuole giocare, è giusto che torni in Italia. È lui che deve rimettersi in gioco se vuole essere sempre protagonista”. Anche Alessio si è rimesso in gioco, staccandosi dal suo maestro Antonio: “In questo momento mi andrebbe bene qualsiasi squadra, l’importante è che ci sia un progetto. Non mi pongo limiti, sono convinto di poter gestire al meglio le difficoltà che potrei incontrare in un percorso. Sono abituato a confrontarmi con le sfide. Avevo il desiderio di riprendere quel percorso intrapreso più di dieci anni fa, e un’aspirazione legittima fonte di un bagaglio di conoscenze italiane ed estere”. Come quella al Chelsea: “Abbiamo fatto bene in Inghilterra vincendo la Premier e perdendo la finale di FA Cup. Nel secondo anno non siamo arrivati tra i primi quattro ma abbiamo vinto la coppa Nazionale. Le dichiarazioni dei giocatori lasciano il tempo che trovano”.

SICUREZZA

Diverso il calcio italiano e quello inglese, anche in termini di sicurezza. Se ne sta parlando molto in questi giorni: “La certezza della pena e delle restrizioni per chi commette crimini danno i loro frutti. Sanzionare velocemente con pene certe, quindi Daspo a vita, multe e a volte anche l’arresto, hanno reso il calcio inglese più sicuro. Ogni tanto sentiamo che anche lì succede qualcosa, ma poi ci sono pene certe”.

L’AMICO

“Differenze tra Allegri e Conte? Ogni allenatore ha una sua filosofia. Si vince in tanti modi. Allegri ha continuato il percorso che abbiamo intrapreso noi, Conte ha una sua filosofia ed entrambi stanno facendo bene. Lui andrebbe bene sia per il Real che per il Manchester United. L’importante per Antonio è trovare un club che gli dia un progetto a lungo termine. Un mio ritorno da secondo con lui alla Juve? Cambierebbe tutto. Ma ho preso la decisione di cominciare una mia carriera da allenatore.

GIOCATORI
“Qual è stato il giocatore più difficile da gestire alla Juventus e al Chelsea? Vidal è stato il giocatore che ci ha dato più grattacapi, mentre al Chelsea tutti i calciatori erano molto responsabili nelle nostre direttive. Al Chelsea non abbiamo avuto problemi. Tra Morata e Higuain chi sceglierei? Higuain ha rappresentato in questi anni la fortuna di diverse squadre. Al Milan sta avendo problemi ma non ci sono dubbi sul suo lavoro. Morata è alla ricerca di una sua strada nel Chelsea di Sarri, ma anche lui è un grande giocatore ed essendo giovane potrà dimostrare il suo valore. Se dovessi scegliere tra i due, prenderei lo spagnolo. Ma dalla Juve non abbiamo provato a prendere nessuno così come non c’è mai stata una trattativa vera per Dzeko, nonostante a Conte piacciano tantissimo gli attaccanti con le sue caratteristiche: una punta alta, strutturata, che fa salire la squadra. Ma alla fine non c’è mai stata una trattativa vera tra le due società”.

PERIODI
“Alla Juventus abbiamo iniziato un duro lavoro ed è stato tutto un crescendo di emozioni – soprattutto nel primo anno – e portato avanti negli anni successivi. Non c’è mai stato un vero momento di sofferenza, forse l’unica è stata per l’eliminazione in Champions con il Galatasaray. Al Chelsea abbiamo finito con la vittoria della FA Cup ma non siamo riusciti ad entrare in Champions. La vittoria con il Manchester United è stato un traguardo importante. Quando la Juventus ha preso Ronaldo, Alessio e Conte cosa hanno pensato? La Juventus in questi anno ha fatto una crescita esponenziale nei vari settori. Arrivare a Cristiano Ronaldo fino a qualche anno fa era utopia, ora il club bianconero è tra i primi in Europa. Quest’anno possono fare bene anche in Champions e portare a casa questa coppa che tutti i tifosi desiderano”.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy