Impazza il derby dell’etere. Da De Angelis a De Martino: “La forza della Lazio sono il gruppo e Inzaghi…”

Impazza il derby dell’etere. Da De Angelis a De Martino: “La forza della Lazio sono il gruppo e Inzaghi…”

Forum dei comunicatori biancocelesti in vista della stracittadina

ROMA – Impazza il derby dell’etere capitolino, tra radio, dirette, messaggi WhatsApp e programmi televisivi. Un caso unico al mondo, nella Città Eterna infatti esistono otto emittenti (di cui due ufficiali che qualche anno fa si sono sfidate per la frequenza) che trattano Lazio e Roma per ventiquattro ore al giorno. IlTempo oggi riporta le risposte dei comunicatori biancocelesti:

La stracittadina è già scattata da qualche settimana, non mancano gli sfottò e le prese in giro tra i vari conduttori, tra pronostici e scaramanzie di ogni tipo. Biancocelesti e giallorossi si preparano ad una stracittadina d’alta quota, sulle frequenza della Capitale invece i protagonisti restano i tifosi, un po’ opinionisti e un po’ allenatori. C’è chi chiama tutti i giorni in diretta, anche più di una volta al giorno, e cambia nome per non essere riconosciuto tra un intervento e l’altro. Follia allo stato puro, qualcosa di incontrollabile, lontano anni luce da realtà come Torino o Milano. A Roma il pallone si vive in questo modo per tutto l’anno, si mastica continuamente in macchina e al lavoro, a scuola oppure al bar di riferimento, figuriamoci a pochi giorni dalla partita più sentita della stagione. Per l’occasione abbiamo contattato diversi conduttori radiofonici e televisivi, veri punti di riferimento per i tifosi di Lazio e Roma. La febbre sale, l’ansia è in arrivo, ecco perché il derby della Capitale è il più bello del mondo.

 GUIDO DE ANGELIS Editore e fondatore della rivista Lazialità, giornalista televisivo e radiofonico, punto di riferimento per i tifosi biancocelesti. Guido De Angelis, telecronista ufficiale per Mediaset Premium, si appresta a vivere un altro derby: «Questa volta almeno ce lo giocheremo alla pari, cosa che purtroppo non accadde lo scorso anno. Mi auguro che la Lazio possa interpretare bene la partita e tornare finalmente a vincere una stracittadina. Noi dobbiamo dimenticare assolutamente il 26 maggio, tanto loro se lo ricorderanno per sempre». Fiducia a Inzaghi, uomo rivelazione e leader all’interno dello spogliatoio, De Angelis non ha dubbi: «Potrebbe essere il tecnico giusto per affrontare un match simile. Simone respira l’aria di Roma da diverso tempo, conosce benissimo l’atmosfera, ha qualcosa in più rispetto agli altri allenatori. Cosa temo dei giallorossi? Sono una squadra smaliziata, con tanta gente di qualità e personalità. Riescono sempre ad essere superiori dal punto di vista emotivo, la Lazio dovrà dimostrare di ribattere colpo su colpo, senza farsi condizionare. Servirà attenzione e concentrazione».

 MICHELE PLASTINO Goal Di Notte accompagna da oltre trent’anni le domeniche di tutti gli appassionati di calcio. Un appuntamento imperdibile, capitanato da Michele Plastino, giornalista e pioniere dell’emittenza televisiva romana. Domenica arriva il derby, Lazio e Roma tornano a sfidarsi per obiettivi importanti, il pronostico è aperto a qualsiasi risultato: «Sono veramente indeciso, non è semplice trovare la squadra favorita. Tatticamente e tecnicamente i biancocelesti sono avvantaggiati in attacco, non a caso la Roma per situazioni diverse ha nella difesa il proprio punto debole. Però i giallorossi riescono sempre a tirar fuori qualcosa d’interessante, sia per gioco che per caratura. Questo bilanciamento farà decidere il match, mai come domenica conterà l’approccio alla partita». Inzaghi e Spalletti, sarà anche la stracittadina delle due panchine: «Simone è veramente bravo, ha dimostrato un’idea di calcio interessante, è maturato molto con il passare dei mesi. L’uomo partita? Sicuramente Felipe Anderson. Si è ripreso benissimo dopo l’arresto del padre lo scorso anno, non era semplice rialzarsi, lui invece ce l’ha fatta».

 PAOLO COLANTONI L’appuntamento è per tutti i martedì sera alle ore 21 su Teleroma 56, Paolo Colantoni presenta da ormai sette anni 56 Lazio. Trasmissione di statistiche e analisi delle partite, con approfondimenti in studio. Domenica però è alle porte e in città si respira l’ansia da derby, Lazio e Roma sono pronte: «È troppo tempo che la Lazio non vince una stracittadina, è arrivato il momento di invertire il trend. Simone Inzaghi conosce meglio di chiunque altro l’ambiente capitolino, sono convinto che saprà scegliere la formazione migliore. Per quanto riguarda gli uomini mi affido totalmente a Felipe Anderson, l’elemento più decisivo e in grado di cambiare le sorti di una partita». Occhio però alla velocità dei giallorossi: «Bisognerà bloccare assolutamente Salah, con le sue ripartenze può mettere in difficoltà qualsiasi difesa». La Lazio sogna la Champions League, il cammino è sorprendente: «Un risultato positivo permetterebbe alla squadra di guadagnare ulteriore autostima e di lanciare un segnale importante al campionato. A quel punto la banda Inzaghi non potrebbe più nascondersi».

 STEFANO PANTANO A Radio Sei 98.100 il derby è già scattato da qualche settimana, Stefano Pantano è in onda insieme ad Alessio Buzzanca tutti i pomeriggi dalle ore 14. La Lazio non ha intenzione di fermarsi, la Roma arriva nel momento giusto, il fattore emotivo però conterà tantissimo: «Purtroppo non sarò presente per motivi di lavoro – ha spiegato Pantano – seguirò il derby da lontano e la sofferenza sarà doppia. Arrivare alla stracittadina in un momento così bello non è sempre positivo, la Lazio è avanti sia psicologicamente che fisicamente, di solito però chi è favorito fa sempre un po’ di fatica a spuntarla». Attenzione e concentrazione, l’arbitro può fare la differenza: «Mi auguro che tutto vada per il meglio, loro in questo momento hanno un record difficilmente eguagliabile, di valore europeo. In passato hanno festeggiato tanti record inutili, ora che ne hanno uno vero da rivendicare invece non mi sembra che venga dato il giusto risalto mediatico. Chi può decidere la partita? Felipe ha una marcia in più, non è romano e sicuramente sentirà meno la partita. Questo può essere un aspetto positivo».

 FRANCESCA TURCO Ventiquattro ore di Lazio, tutti i giorni rigorosamente sulle frequenze di Radio Incontro Olympia. Per tanti tifosi è diventato un appuntamento fisso, sui 105.8 FM la mattina si apre col sorriso grazie all’ironia di Emanuele Artibani. Rassegna stampa e non solo, il derby però s’avvicina e il conduttore non teme il confronto: «Dentro di me sono sicuro che li prenderemo a “pallonate”, ma l’importante è che passi il messaggio contrario. Chi mi spaventa di più dei giallorossi? Nessuno, nemmeno l’arbitro, considero la Roma una squadra sopravvalutata». Solo applausi invece per la Lazio di Inzaghi: «Da qualche mese l’ho ribattezzato in diretta “il Vipera”, è velenoso e preparato, personalmente non gli davo una lira». Il palinsesto si chiude con la storica trasmissione «Diario di Bordocampo» di Francesca Turco: «Sarà inaspettatamente un derby d’alta classifica, soprattutto per la Lazio reduce dalla bufera Bielsa. Inzaghi però ha ricreato una squadra e motivato l’ambiente. Uomo decisivo? Keita, la sua velocità può mettere in difficoltà la difesa della Roma».

 STEFANO DE MARTINO Da qualche anno è entrata nell’etere anche l’emittente ufficiale del club, Lazio Style Radio 89.3 FM. Trasmissioni live dal campo d’allenamento, interviste con i calciatori, conferenze stampa e approfondimenti sulle partite. Il direttore Stefano De Martino ha commentato la stracittadina in programma domenica all’Olimpico: «Nessuno credeva alla possibilità che una società di calcio potesse aprire una radio di proprietà, la Lazio invece è stata la prima in assoluto a farlo. Come club – oltre al calcio – abbiamo portato anche “la radio a Roma…”. La gara di domenica sarà una partita di grande livello, il mister pensa a questo appuntamento dal ritiro estivo di Auronzo di Cadore». Sarà fondamentale la spinta dei tifosi biancocelesti sugli spalti: «Mi auguro di ritrovare più gente possibile allo stadio, la nostra immagine farà il giro del mondo, saranno infatti circa 60 i Paesi collegati via Tv. Chi deciderà il derby per la Lazio? Il gruppo, mai come quest’anno vale questa regola. Non c’è un uomo Lazio, esiste solo la forza dello spogliatoio».

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy