Inzaghi: “Certe gare vanno chiuse. I nuovi? Mi hanno convinto”

Inzaghi: “Certe gare vanno chiuse. I nuovi? Mi hanno convinto”

Queste le parole di mister Inzaghi in conferenza stampa…

di redazionecittaceleste
Simone Inzaghi, tecnico della Lazio, esulta sotto la Curva Nord

ROMA – Dopo il triplice fischio di Lazio-Apollon Limassol, il mister biancoceleste Simone Inzaghi ha preso la parola in conferenza stampa per commentare la gara:

Certe partite vanno chiuse prima. Cosa è mancato?

“Sì, così si rischia troppo. Nel primo tempo ero soddisfatto, i ragazzi hanno approcciato bene alla gara. Alcuni erano alla prima partita dell’anno. Non sono soddisfatto del secondo tempo, abbiamo dato coraggio ai nostri avversari. Il rammarico è che alla fine del primo tempo avremmo dovuto segnare almeno due reti”.

Potremo rivedere un ampio turnover come quello di questa sera?

“Dovrò decidere di partita in partita. Sono soddisfatto di quelli che hanno giocato, ma prenderò le mie decisioni di volta in volta. Domenica farò le mie valutazioni. Schiererò sempre i giocatori che mi daranno più garanzie”.

Come hanno risposto quelli che hanno giocato meno?

“Sono soddisfatto. Badelj l’ho sostituito perché era un po’ stanco. Durmisi ha fatto molto bene, Caicedo è stato decisivo. Anche Murgia mi è piaciuto. Gli altri li conosciamo, sappiamo che possono darci una mano”.

Avete prestato particolare attenzione a non subire gol?

“Lo scorso anno esprimevamo un calcio migliore, ma stiamo facendo buone partite. Abbiamo l’obbligo di fare meglio e portare tutti i nostri giocatori al top della forma”.

Girone difficile?

“Il sorteggio non è fortunatissimo. Il Francoforte lo conosciamo. L’Apollon aveva sconfitto il Basilea, che non è l’ultimo arrivato. Insomma, poteva andarci meglio. Dovremo affrontarlo nel miglior modo possibile”.

Come ha visto l’Apollon?

“Si sono dimostrati una squadra forte. Avevamo studiato i nostri avversari, sapevamo che andavano affrontati nel migliore dei modi. Se giocheranno sempre così daranno problemi anche alle altre del gruppo”.

Ha avuto paura del pareggio?

“Nel secondo tempo sì, ne ho avuta perché l’Apollon è cresciuto molto e non è stato facile. Hanno fatto un ottimo secondo tempo, è una squadra a cui piace giocare al calcio”.

Il risultato è giusto?

“Sì, abbiamo meritato di vincere. Avremmo dovuto fare un gol in più nella prima frazione. Comunque complimenti all’Apollon e al suo allenatore per la gara fatta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy