L’ESCAMOTAGE – Tavecchio: “Lotito non ha mai avuto un suo ufficio in FIGC, nessun veto alla commissione riforme”

L’ESCAMOTAGE – Tavecchio: “Lotito non ha mai avuto un suo ufficio in FIGC, nessun veto alla commissione riforme”

ROMA – Il Presidente della Figc Carlo Tavecchio, ha parlato in conferenza stampa al termine del Consiglio Federale: “Per Fortuna abbiamo avuto un successo in campo europeo con le nostre sei squadre sia in Champions che in Europa League, adesso abbiamo vinto e il mondo non ci viene addosso. I…

 

ROMA – Il Presidente della Figc Carlo Tavecchio, ha parlato in conferenza stampa al termine del Consiglio Federale: “Per Fortuna abbiamo avuto un successo in campo europeo con le nostre sei squadre sia in Champions che in Europa League, adesso abbiamo vinto e il mondo non ci viene addosso. I campionati finiranno il 15 e 16 maggio. Le due procure quella gnerale norme di compprtamento convenienti. L’attività inquirente dalla procura federale, la parte che riguarda invece la fase istruttoria sarà avocata dalla Procura Generale. Ho avocato al Presidente Federale, le riforme che saranno adottate ho invitato le componenti a fare le loro componenti e gli uomini che le devono trattare. Le riforme sono le uniche possibilità per dare nuova linfa, occorerrà una maggioranza del 75%. Ho anche però comunicato che non si possa arrivare al 75% chiederò al Coni di rivedere le norme e i principi ispiratori abbassando la soglia al 66%. Abbiamo fatto un grande evento a Firenze, razzisti burtta razza. Lascio per ultimo il problema Parma. E’ stato presentato uno stato di avanzamento ho convocato un consiglio per l’ 11 di marzo. Per difendere questo sistema riguarda le norme di acquisizioni societarie in ambito professionistico. Oggi sono state adottate linee guida che rappresentano grosse restrizioni per chi vuole acquisire una società di Serie A. Nessuno potrà conprare una società con un euro. Il consiglio ha applicato all’unanimità ch chiunque voglia acquisire più del 10% del capitale sociale, dovrà soddisfare i requisiti di onorabilità e solidità finanziaria disposti dalla Lega, la patrimonializzazione aziendale che resta differente a quella Uefa servirà anche capacità patrimoniale e aziendale. Il problema Parma, ribadiamo che la partita di domenica scorsa non è stata disputata perchè i gocatori non volevano giocare a porte chiuse. Domenica non volevo mortificare i giocatori per questo ho rinviato. Questa settimana non ha tenuto conto delle indicazioni di quannto detto alla Domenica Sportiva. Nessuno ha presentato i libri in Tribunale. Il Ttribunale non è in grado di aprire un procedimento di fallimento, nel caso in cui qualcuno potesse affrontare i problemi fino alla fine della tagione. Il comunicato della Lega serie A si è impegnata molto e valuterà con impegno e capacità di intervento, se il procuratore sarà attendibile. Questo a mio avviso era sufficiente per garantire dal punto di vista economico quella società che a mio avviso è allo sbando di una cooperazione e una solidarietà che andava affrontata con attenzione. Ci saranno i campionati con 15 minuti di ritardo, ne prendiamo atto. La Federazione non ha responsabilità al default del Parma. Al 30 giugno vedremo, noi controlliamo gli impegni sportivi, erano stati pagati gli impegni con le società. Da settembre in poi, non sono stati dempiti gli impegni. Quando a novembre è stato sollevato il problema c’è stato un tira e molla tra calciatori e dirigenza, in un sistema di libertà assoluta. Il nostro è un organo di controllo a riserva. Nessuno ha fatto fronte, poi si è scatenata la situazione politico amministrativa, in quel momento l’amministrazione è intervenuta, abbiamo mandato i nsotri avvocati a Parma. Abbiamo investito la Lega delle ipotetiche responsabilità. Nonostante questo c’è stato un colloquio con un probabile presidente. Non aprendo una procedura fallimentare, nesusno può dare un euro a una società falimentare. Se ci fossero i 50 milioni non si potrebbe utilizzarli per andare a giocare. Alla luce di tutto questo, etico ndividuale e sportivo dei calciatori, un eventuale incontro con soggetti martoriati dal punto di vista atletico agonostico. Valutata la richiesta dell’Aic e dell’Assoallentori, il provvedimento sarà preso di rinviare la prtita Genoa-Parma. E’ un fatto estremamente grave, a meno che non intervengano le Autorità. Mi prendo la responsabilità lasciata alla mia valutazione. In questo momento si sa che domenica la partita Genoa-Parma,non si gioca”.

 

CASO PARMA – “Da parte mia, almeno che ci siano fatti certi con le autorizzazioni delle autorità superiori. Non posso rinviare tutte le domeniche la partita.

 

COMMISSIONE RIFORME E RIAMMISSIONE LOTITO “Il presidente Malagò non ha posto veti per nessuno. Siamo in un regime dove le persone sono divise in due categorie gli elettivi e quelli di nomina. Ogni componente ha la facoltà di eleggere e nominare chi vuole. Ho chiesto alle componenti di mandare programma e uomini. Se non arriva niente farò io una nomina e deciderò io le componenti”.

 

UFFICIO IN FIGC DI LOTITO : “Non ha mai avuto un suo ufficio. Non so dove metterli. E’ l’ufficio di Beretta, del vice presidente Vicario”.

 

CASO LOTITO IODICE – “La denuncia è partita da Iodice, l’altro attore della vicenda può difendersi senza clausola compromissoria”.

 

NUMERO DI SQUADRE IN SERIE A – “Si stanno confrontando lega di A e lega di B. Poi si andrà in discesa. Di scuro la questione nel mese di marzo sarà discussa. Se non si potrà chudere in termini percentuali andrei al Coni. Si cambieranno i principi statutati ma lo deve decidere il Coni non ho potere in merito”.

 

CALCIO FEMMINILE – “La lega dilettanti è molto importante, diamo gli indirizzi strategici, dove dovrà rispondere la lega dilettante

 

 

Michele Uva, Segretario Generale: “Abbiamo ristrutturato le commissioni, oggi si sono ftte le nomimne delle commissioni accorpate. La commisione Anti Dping diventa anche di Tutela alla Salute. Diana Bianchedi è stata nominata, entra in commissione. Ringraziamo Pino Capua per il lavoro svolto per 14 anni. Sono stati istituiti Commissioni Lavori e direttori Sportivi. Rosella Sensi sarà coordinatrice della commissione per lo sviluppo del calcio femminile. Anche nominati del settore  tecnico giovanile, Roberto Samaden e Alberto Bollini insieme a Simone Perrotta. Entro fine Marzo partirà il progetto sul calcio femminile con un contributo economico dalla Uefa. Grande in bocca al lupo a tutto il calcio italiano per i risultati raggunti”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy