LA CONFERENZA – Inzaghi: “Vincere allo Stadium? Serve una Lazio incredibile e una Juve non al massimo”

LA CONFERENZA – Inzaghi: “Vincere allo Stadium? Serve una Lazio incredibile e una Juve non al massimo”

“Questo turno infrasettimanale non ci doveva essere, l’Europeo ha complicato le cose per tutti”

INZAGHI

ROMA – Non c’è due senza tre. Se solo non ci fosse la Juventus dei record davanti. Inzaghi vola allo Stadium per cercare l’impresa e magari rosicchiare ancora qualche punto sul Milan, sesto in classifica: “Il calendario non ci aiuta, ma noi dobbiamo aiutarci e pensare partita per partita. Sappiamo che il discorso Europa è difficile, noi dobbiamo fare più punti possibili e guardare a noi stessi. In questo momento la squadra sta giocando alla grande”. Nel 2000 Simoncino vinse: “Andammo a Torino col -9 e lì partì la rincorsa per lo scudetto. Era un altro stadio, ma il ricordo è bellissimo. Da allenatore sarà una grande emozione”.

FILOTTO BIANCONERO – Una corazzata quella bianconera che, dopo un avvio difficile, è in serie positiva da 23 partite con 22 successi e un solo pareggio all’attivo: “Marziani? Andremo per fare la nostra partita, chi giocherà sarà all’altezza. Giocheremo sempre col 4-3-3. Sappiamo che dovremo fare qualcosa di incredibile, ma questa squadra ha dimostrato di poterlo fare. Vogliamo fare bene”. Qualcosa è cambiato con Inzaghi: “Ho trovato una squadra che aveva tanta voglia di fare. Abbiamo preparato due gare nel migliore dei modi. Adesso non abbiamo avuto il tempo delle altre volte, ma sarà così anche per i bianconeri nel turno infrasettimanale. Mi sarebbe piaciuto avere una settimana di tempo, ma l’Europeo complica le cose per tutti”.

TABU’ – Quella di domani sarà la gara numero 172 tra Lazio e Juventus tra Serie A, Coppa Italia e Supercoppa Italiana. Nelle 171 sfide disputate, sono 86 i successi bianconeri, 42 quelli capitolini e 43 i pareggi: “Dovremo essere veloci per fare risultato e verticalizzare subito per non farli schierare dietro la linea della palla. Faremo la nostra partita, per battere la Juve bisogna trovarla non al massimo. Lazio troppo leziosa e poco cinica? Sì, forse è l’unico neo. Abbiamo fatto 5 gol in due partite, ne avremmo potuti fare molto di più. Ma io ho ottenuto il massimo dai miei ragazzi sinora”.

FORMAZIONE – Emergenza totale in avanti, scelte obbligate: “Purtroppo sono sorti imprevisti. Candreva, Bisevac e Matri non partiranno con noi. Antonio spero di recuperarlo per la Samp, gli altri due non ci saranno neanche la prossima. C’è da monitorare anche la situazione di Klose, è convocato e speriamo di portarlo in panchina”. Oltre 70 infortuni in stagione: “E’ un dato di fatto, abbiamo giocato tante partite di Coppa e tante gare ravvicinate creano problemi. Morrison? Si sta allenando bene, ma a centrocampo abbiamo tanti cambi”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy