LA CONFERENZA – Basta: “Io spesso infortunato? Normale alla mia età, per questo bisogna avere una rosa ampia”

LA CONFERENZA – Basta: “Io spesso infortunato? Normale alla mia età, per questo bisogna avere una rosa ampia”

Queste le parole del terzino biancoceleste a Formello: “E’ bello vedere l’entusiasmo ritrovato. La forza della Lazio è il gruppo. E ovviamente mister Inzaghi”

ROMA – Queste le parole del terzino biancoceleste, Dusan Basta, in conferenza stampa a Formello: “Siamo pronti per la sfida con il Genoa. Abbiamo lavorato bene durante la sosta, molto duramente. Ci mancavano i nazionali, tornati fra ieri e oggi. Abbiamo fatto già qualche esercizio dal punto di vista tattico”. Il serbo centrale a Napoli: “Non è il mio ruolo, l’ho fatto solo due volte, ma cerco di adattarmi e mettermi sempre a disposizione. Con un po’ d’esperienza riuscirò a fare buone cose”. L’inizio di stagione è stato travagliato: “Sto bene grazie a Dio adesso, mi sento meglio rispetto a due mesi fa. Alla mia età non è facile fare 45 partite all’ann0. Quando ci sono le coppe è necessario avere una rosa ampia proprio per questo”. Inzaghi come Pioli del primo anno: “Secondo me ci sono cose simili, non ci sono coppe europee e vedo un entusiasmo ritrovato fra i tifosi e anche nel gruppo. Tutti abbiamo voglia di giocare l’uno per l’altro. Non so dove arriveremo, quest’inizio è buono ma bisogna pensare una partita alla volta”.

IL MISTER – Complimenti a Inzaghi: “Ha caratteristiche sue, non somiglia a nessuno degli allenatori che ho avuto. E’ giovane e quindi è più vicino alla nostra mentalità. Con lui la squadra non sente la pressione, siamo sereni e concentrati sul campo. Merito del mister”. Difesa a tre o a quattro, poco importante: “Una squadra importante che lotta per i primi cinque posti deve adattarsi. Bisogna guardare l’avversario. Noi siamo più predisposti al 4-3-3, ma abbiamo dimostrato di poter giocare col 3-5-2”. Già si parla tanto di derby: “Sicuramente è la partita più importanti, ma è sbagliato già pensare alla Roma. Si rischia di non fare bene con Genoa e Palermo. Dobbiamo concentrarci sui rossoblù e cercare di continuare la striscia dei 7 risultati utili consecutivi sino al 4 dicembre. Nel derby dovremo essere in giornata, avere fortuna e un grande cuore”.

CHAMPIONS – Che trittico di sfide: “Dobbiamo mantenere lo spirito delle partite precedenti e avere la spinta dei nostri tifosi. Speriamo siano il più possibili”. Dopo Samp, Fiorentina e Inter, prima di Natale, per decidere il proprio destino: “Sicuramente il calendario è molto più difficile di quello affrontato sino adesso. Meglio affrontare queste squadre più importanti con un bel po’ di punti in classifica. Allora però vedremo se possiamo lottare per l’alta classifica”. Il connazionale Djordjevic non sta bene: “Nel calcio è normale. Ognuno di noi ha un periodo meno buono. Filip è un grande professionista. Arriverà un momento migliore. Serbia? Non so perché il ct non mi chiami, ma la nostra Nazionale sta andando bene così”. Ecco il segreto di questa Lazio: “Il punto di forza di questa Lazio è il gruppo. La concorrenza con Patric mi fa bene, altimenti uno si rilassa”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy