LA CONFERENZA – Pioli: “Non scendiamo in campo per non prenderle..” / IL VIDEO IN HD

LA CONFERENZA – Pioli: “Non scendiamo in campo per non prenderle..” / IL VIDEO IN HD

Il mercato non ha dato una mano: “Gli obiettivi c’erano, qualcuno è stato centrato, qualcuno no. E’ arrivato un difensore centrale che ci servirà, avevo chiesto alla società di sfoltire l’organico e ci siamo riusciti in parte. Sono contento della squadra che ho a disposizione. Sapevo che se non ci fossero state uscite non ci sarebbero state altre entrate. La Lazio è al completo, dobbiamo insistere sulla strada che abbiamo intrapreso

 

ROMA – Alla vigilia della sfida col Napoli, Pioli parla in conferenza stampa: “Nessuna gara è proibitiva, è una partita difficile e ce la giocheremo con grande attenzione e spirito. Servirà grande precisione, ma abbiamo le qualità per mettere in difficoltà i partenopei”. Il mercato non ha dato una mano: “Gli obiettivi c’erano, qualcuno è stato centrato, qualcuno no. E’ arrivato un difensore centrale che ci servirà, avevo chiesto alla società di sfoltire l’organico e ci siamo riusciti in parte. Sono contento della squadra che ho a disposizione. Sapevo che se non ci fossero state uscite non ci sarebbero state altre entrate. La Lazio è al completo, dobbiamo insistere sulla strada che abbiamo intrapreso. Abbiamo avuto un passaggio a vuoto fra novembre e dicembre, adesso dobbiamo spingere sull’acceleratore. E a fine stagione tireremo le somme”.

SOLUZIONI – Domani potrebbe arrivare l’ottavo risultato utile consecutivo: “Il nostro obiettivo è vincere domani e giocare per segnare non per non prendere gol. Dovremo giocare come contro Inter, Fiorentina e per più di un’ora con la Juve”. Eppure ecco l’emergenza: “Non siamo fortunati, ma lotteremo con le nostre armi che sono comunque tante”. Felipe Anderson in Paideia: “Ormai ci si va a pranzo in clinica”. Ci sarà Hoedt con Mauricio: “Wesley sta bene, Gentiletti si è ripreso da troppo poco”. La Lazio ha ricominciato a crossare, ma serve una soluzione alternativa: “Il trequartista? Può essere tutto, ma non è importante la posizione iniziale. Dobbiamo occupare tutte le posizioni del campo e non dare punti di riferimento. Dobbiamo giocare in ampiezza e in profondità con più velocità”.

CASI – Morrison compie gli anni infelice: “Domani Ravel non sarà convocato perché non sta bene. Il tempo del suo inserimento è finito, sa bene cosa fare per essere convocato o meno. Si deve dare da fare…”. Il primo tempo del Napoli è letale: “L’approccio alla partita è fondamentale, anche a livello tattico. Vogliamo migliorare i primi 45′. Domenica abbiamo interpretato bene la sfida a Udine, ma poi bisogna lottare con lucidità per 95′”. Non sarà la Lazio dell’andata, travolta dal Napoli: “Quando affronti una squadra con tanta qualità devi essere il più compatto possibile e bloccare i rifornimenti per Higuain. Dobbiamo mettere sotto pressione Insigne e Callejon”. Klose unico centravanti disponibile a quota 0 reti:  “Miro sta bene fisicamente e mentalmente. Domani dovrà attaccare la profondità”.

PERICOLO – Il Napoli è la squadra più forte: “Sì, sta meritando il primo posto per la continuità che non ha avuto la Juve. Ma entrambe le squadre si giocheranno lo scudetto sino alla fine”. Pericolo numero uno Higuain: “Non c’è solo lui”. Potrebbe essere un vantaggio per la Lazio trovarsi di fronte una squadra che gioca: “E’ vero, con le piccole è difficile trovare spazi perché si chiudono. Domani la partita sarà aperta e andrà ben interpretata”. Con lucidità e cinismo sotto porta: “Quando hai occasioni importanti bisogna sbloccare il risultato. All’andata col Napoli aveva fallito Keita, domani sarà un’altra partita”. Torna Marchetti dal primo minuto: “Sì, è lui il titolare, anche se Berisha sta bene”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy