LA CONFERENZA – Pioli: “Rispetto il Frosinone, ma puntiamo alto in classifica”

LA CONFERENZA – Pioli: “Rispetto il Frosinone, ma puntiamo alto in classifica”

Pioli,conferenza,live,diretta

(Pubblicato ieri 03/10)  ROMA – Six is meglio che five. Sei vittorie all’Olimpico per il primato europeo, in caso di un passo falso del Bayern. In casa la Lazio sa solo vincere, ma occhio al Frosinone, che ha fermato la Juve allo stadium. Pioli teme un calo di concentrazione, prima della sosta, così suona la scossa in conferenza stampa: “Noi dobbiamo continuare, non abbiamo fatto nulla. Dobbiamo insistere la partita di domani è fondamentale. Possiamo migliorare, ma conta l’approccio e lo spirito giusto. Ci stiamo preparando con grande umiltà e rispetto, ma giochiamo in casa e vogliamo fare la partita”. Il ritorno di Biglia è stata una svolta, ma non solo: “La squadra sta giocando con più compattezza, è successo questo”.

RINASCITA – La Lazio si rialza quando prende gli schiaffi: “Credo che quest’anno non abbiamo interpretato bene un paio di gare, ma dalle lezioni subite abbiamo imparato qualcosa. Siamo una squadra giovane ma intelligente. Dobbiamo trovare solo il migliore equilibrio”. Ora tornano i big, c’è pure Candreva: “Se oggi risponderà bene, sarà disponibile”. Djordjevic e Matri stanno bene: “Entrambi si giocano una maglia da titolare. Tutti sanno che dobbiamo fare uno sforzo importante, perché con la sfida di domani dobbiamo fare un balzo in avanti in classifica”. Biglia è pronto al tris: “Lucas è un diesel e un generoso, è stato l’unico a scendere in campo ieri ad allenarsi dopo la partita di giovedì. Mi auguro non senta le fatiche dopo 48 ore”.

TATTICA – Sacrificato ancora il futuro in mediana: “Cataldi sta facendo bene, il turnover quest’anno sarà inevitabile, un’opportunità e non un problema. Danilo ha grandi qualità, deve proseguire la sua crescita, anche se in altre occasioni ho fatto altre scelte”. Sarà ancora 4-2-3-1: “Non cambia nulla, la scorsa sera abbiamo giocato più col 4-3-3 e nessuno se n’è accorto. La squadra deve lavorare in entrambe le fasi, gli esterni devono muoversi tanto”. La Lazio deve guardare avanti, non al passato: “Se continuiamo a confrontare ogni partita al campionato dell’anno scorso non perseguiamo la strada giusta. Questo è un percorso nuovo e un campionato nuovo, si vede che la squadra lavora insieme da più di un anno, ma sono state gettate le basi per qualcosa di diverso. L’anno scorso abbiamo fatto qualcosa di eccezionale, ora è un’altra storia. Noi vogliamo essere ambiziosi e protagonisti su ogni fronte dove siamo impegnati”.

PARTITA – Ci sono giocatori nuovi. Utilissimo Milinkovic sulla trequarti: “E’ un centrocampista offensivo, non importa se parte più alto o più basso. Lui attacca bene l’area e rispetto agli altri giocatori ha una grande fisicità per sfruttare altre situazioni. Sergej deve crescere e può fare benissimo anche l’interno”. Occhio al Frosinone: “Anche nelle sconfitte hanno dato filo da torcere ai propri avversari e ora vengono da due risultati positivi. E’ una squadra ben allenata e dovranno emergere i nostri valori tecnici”. Pioli invoca l’aiuto del pubblico: “Tutti insieme abbiamo più possibilità di fare risultato”. Ora anche Keita non gioca da solo: “Lui decisivo nell’ultima mezz’ora? Se lo chiedete a lui non è contento. E’ maturato tanto, comunque, deve migliorare, ma dimostrerà il suo grande valore”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy