LA CONFERENZA – Pioli: “Nessuna paura di Roma e Napoli. Vogliamo vincerle tutte”

LA CONFERENZA – Pioli: “Nessuna paura di Roma e Napoli. Vogliamo vincerle tutte”

ROMA – Non c’è nessun amaro in bocca, Pioli è dolce con la sua Lazio. Otto vittorie, poi un ko e un pari di seguito: “Non sono cambiate le nostre certezze, abbiamo fatto una buona prestazione, non siamo riusciti a chiudere la partita col Chievo e/o cercare con più attenzione…

ROMA – Non c’è nessun amaro in bocca, Pioli è dolce con la sua Lazio. Otto vittorie, poi un ko e un pari di seguito: “Non sono cambiate le nostre certezze, abbiamo fatto una buona prestazione, non siamo riusciti a chiudere la partita col Chievo e/o cercare con più attenzione di non subire il gol. Abbiamo avuto molta più determinazione dell’avversario, ci deve però servire da insegnamento. Ripartiremo domani sera”. E’ corsa a tre per la Champions: “Facciamo la corsa su noi stessi, siamo sereni perché siamo consapevoli d’essere artefici del nostro destino col lavoro e coi nostri valori. La squadra è pronta, sicuramente a livello di concentrazione non sbaglieremo”. Mauri e Klose sono in bilico: “Miro sta bene, valuterò nel pomeriggio anche Mauri con attenzione. Schiererò la miglior formazione possibile”. Col Parma una tappa fondamentale, al fotofinish gli scontri contro Roma e Napoli: “Il calendario non è mai più facile o più difficile. Lo abbiamo dimostrato noi e anche le altre. I big match saranno più avanti, saranno un’opportunità, ora ne abbiamo altre di gare fondamentali”. 

L’EX – Stefano viene da Parma, è un ex: “Ho vissuto con tristezza le vicende ducali. E’ difficile capire la situazione, ma sono cresciuto lì, mi sono formato da 16 anni come uomo, calciatore e allenatore, e chiaramente mi stanno a cuore le sorti di questo club. Spero che questa storiaccia finisca il prima possibile. Ci tengo a fare i miei complimenti a Donadoni e ai giocatori per la dignità dimostrata nella situazione che stanno vivendo. Il Parma non merita l’ultima posizione in classifica”. Un altro ex Parolo è tornato ad allenarsi: “Potrebbe anche essere convocato, ma dobbiamo aspettare gli ultimi due allenamenti”. Nessuna paura per questo rush finale: “No, ci stiamo preparando con grande tranquillità, abbiamo fatto un percorso in questo campionato e siamo cresciuti tanto. Questa è un’altra squadra rispetto alle altre stagioni, da qui alla fine vogliamo sempre il bottino pieno”. 

CATTIVERIA – Un solo gol fatto nelle ultime giornate: “L’unica partita dove siamo riusciti a creare poche occasioni è stata con la Juve per merito dell’avversario. Invece domenica abbiamo dimostrato di nuovo il nostro gioco e le chance create. Col Chievo siamo stati meno precisi e meno cattivi, poi Bizzarri ha fatto gran parate”. Cataldi può tornare a centrocampo, dopo la squalifica: “E’ un centrocampista completo, ma domenica abbiamo perso meno palloni di tutto il campionato, non è vero che c’è un calo fisico. Solo nel secondo tempo abbiamo corso meno bene e così il Chievo ha trovato qualche spazio in più. Certo poi chi non giocava da tanto tempo ha accusato, ma retto nella ripresa. Ripeto comunque, col Chievo dovevamo vincere”. Meglio una Lazio cattiva, che leziosa: “Se riusciremo a mettere bene le due cose, arriveranno i tre punti. La mia squadra deve lottare su ogni pallone, mantenere il suo spirito ma essere concreta”. Keita cerca il primo gol stagionale: “Sta lavorando per diventare un giocatore completo, lo troverà”.

Cittaceleste.it

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy