Inzaghi: “Questa è la mia Lazio. Io corraggioso con i giovani? Merito loro” – RIVIVI IL LIVE

Inzaghi: “Questa è la mia Lazio. Io corraggioso con i giovani? Merito loro” – RIVIVI IL LIVE

Queste le parole del tecnico biancoceleste alla vigilia della sfida contro il Cagliari

ROMA – Queste le parole del tecnico biancoceleste, Simone Inzaghi, alla vigilia della sfida contro il Cagliari. Ancora c’è l’immagine del gol di Murgia, abbracciato da tutta la squadra: “C’è un grande gruppo e io non ho mai avuto dubbi. Lo conoscevo dall’anno scorso. C’è stato solo qualche problemino a inizio ritiro, ma i giocatori mi hanno sempre seguito. In questo inizio abbiamo avuto difficoltà a livello d’infortuni, ma già alla vigilia di Torino ero fiducioso per chi avrebbe sostituito i titolari. Oggi vedrò come hanno recuperato i miei, ma domani dovremo fare una partita molto attenta contro il Cagliari. E’ un’ottima squadra, noi dovremo essere compatti e uniti”. E’ la Lazio d’Inzaghi: “Sì, mi piace come scendono i campo i miei ragazzi. Tutti sanno cosa devono fare e lo fanno. Stiamo andando tutti nella stessa direzione, peccato solo per i due punti in due partite. Ne meritavamo sei”.

GIOVANI – Il vivaio della Lazio valorizzato: “Io non so se sono più coraggioso degli altri in A, sono però fortunato perché io li ho allenati i giovani. Loro mi mettono sempre dubbi e si stanno meritando il loro spazio”. Murgia in gol: “Deve essere solo l’inizio. Secondo me può diventare un titolare, ha avuto una crescita esponenziale dal ritiro a oggi. Si è fatto apprezzare da tutto il gruppo e troverà ancora spazio”. Ci sono altri baby in giro: “Germoni ha fatto il ritiro con noi e secondo me può tornare alla base. Bisogna aver pazienza. Lo stesso Lombardi è tornato con le ossa fatte”. Patric è un’altra scoperta: “Per me no, sta facendo benissimo”. Ancora infermeria piena: “Vedrò le sensazioni di Milinkovic nella rifinitura, è un giocatore importante che stava attraversando un bellissimo momento. Biglia ha iniziato a muoversi col gruppo, sta meglio e vedremo per domenica come reagirà”.

CRESCITA – Hoedt migliora di partita in partita: “Wesley si sta proponendo bene, dopo esser rimasto in panchina 4-5 partite. Ha aspettato il suo momento e adesso si sta ritagliando uno spazio importante”. La Lazio ha il giusto mix d’esperienza e gioventù: “Non era un mio obiettivo, è il lavoro dei giovani a convincermi in allenamento”. Il Cagliari arriva dal ko con la Fiorentina: “E’ stata una partita particolare, sull’1-0 potevano raddoppiare e poi hanno invece subito 5 gol in una sfida. Non era mai successo, sono stati bravi i giocatori viola. I rossoblù verranno a Roma per fare la partita, ma noi vogliamo vincere per i nostri tifosi e per recuperare i punti persi con Bologna e Torino”.

CINISMO – Negli allievi, Inzaghi aveva Fersini: “Oggi noi ci alleniamo nel campo a suo nome, mi viene sempre in mente. Ci sarebbe stato anche Mirko in questa squadra, aveva talento e il suo ricordo è sempre vivo”. La Lazio deve diventare più cinica: “Voglio l’intensità delle ultime gare, ma stare attenti alle ripartenze”. Felipe sembra un altro, più assist-man che goleador: “Anderson è un giocatore che può fare la differenza in ogni momento della gara. Si prende qualche pausa perché corre più di tutti. Sono contento di lui, anche se non ha segnato. Lui deve continuare così, è il giocatore che ci può far fare il salto di cui abbiamo bisogno”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy