L’AVVOCATO – Siniscalchi: “Roma 1960 chiama Roma 2024”

L’AVVOCATO – Siniscalchi: “Roma 1960 chiama Roma 2024”

L’avvocato Renato Siniscalchi parla delle Olimpiadi del 2024 dove Roma è una delle candidate

siniscalchi

ROMA – Con l’avvocato Renato Siniscalchi abbiamo affrontato il tema della candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024: “Sicuramente ci sono un serie di vantaggi dal punto di vista economico e strutturale, non solo per il mondo sportivo, ma anche per la città. E’ una operazione sportiva ma anche imprenditoriale, è un vantaggio da cogliere assolutamante. Nelle Olimpiadi del 1960 sono state costruite grandi infrastrutture come la Via Olimpica che percorriamo quotidianamente e il Villaggio Olimpico. Dal punto di vista sportivo, in quella edizione, abbiamo raccolto tante medaglie, abbiamo avuto delle partecipazioni uniche ed eccezionali come quella dell’hockey su prato, la cui Nazionale era composta da tutti giocatori di una scuola come il Convitto Nazionale di Roma. Parigi può essere la concorrente più difficile, le situazioni politiche oscillano dai momenti. Proponiamo i nostri cavalli di battaglia che sono i monumenti e le bellezze naturali, oltre alla ben nota ospitalità italiana. Ci potrebbe essere anche una riqualificazione del Flaminio ora abbandonato a se stesso e nel più completo degrado. Uno Stadio polivalente che potrebbe essere sfruttato per diverse discipline. Il Comitato Promotore si sta dando da fare, organizzato dal Presidente del Coni Malagò. Dobbiamo uscire dagli scetticismi sciocchi e banali luoghi comuni che niente hanno a che vedere con lo sport partecipando tutti uniti verso il sogno olimpico, come il Comitato Promotore di Roma 2024. I problemi economici di questo Paese, certo non si risolvono non facendo le Olimpiadi”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy