Lazio,Alessandro tifoso biancoceleste: “Lotito è un male per la Lazio,utilizza il club per interessi personali”

Lazio,Alessandro tifoso biancoceleste: “Lotito è un male per la Lazio,utilizza il club per interessi personali”

«Lotito è un male per la Lazio, utilizza il club solo per i suoi interessi personali. Ma ora basta, siamo stanchi: deve fare spazio a persone competenti che amano i nostri colori. Da qui nasce la nostra iniziativa, vogliamo riportare la gente allo stadio, sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni:…

«Lotito è un male per la Lazio, utilizza il club solo per i suoi interessi personali. Ma ora basta, siamo stanchi: deve fare spazio a persone competenti che amano i nostri colori. Da qui nasce la nostra iniziativa, vogliamo riportare la gente allo stadio, sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni: chi l’ha messo lì ora deve toglierlo». Questo è l’obiettivo di «Libera la Lazio», iniziativa «nata in modo spontaneo dalla gente laziale» dopo l’ennesima delusione di mercato, la cessione di Hernanes. Alessandro, uno dei ragazzi della curva Nord, sta organizzando la protesta che domenica culminerà in un corteo e soprattutto la sera allo stadio, «con cori e striscioni per comunicare il nostro dissenso verso la società».

Cosa rimproverate a Lotito? «La gestione della società. La Lazio è il quinto club italiano per bacino d’utenza, ma il salto di qualità promesso da Lotito è sempre rimasto sulla carta. Avete visto l’ultimo mercato?».

 

Arrabbiati per la cessione di Hernanes? «Le scelte sono poco chiare: acquistiamo giocatosconosciuti come Barreto, Alfaro o Perea, perdiamo pedine importanti a parametro zero e non rinnoviamo il contratto ad Hernanes. Vi sembra una gestione favolosa come dice Lotito? Lui ricorda i 28 milioni spesi la scorsa estate, ma l’unico titolare è Biglia. E non dimentichiamo tutte le cause perse in tribunale e l’assenza dello sponsor sulle maglie da anni. La Lazio non è più un punto d’arrivo ma solo un trampolino per poi fuggire via: non possiamo accettarlo».

Quanti tifosi vi aspettate con il Sassuolo? «Considerando la presenza media allo stadio (circa 30mila unità nel girone d’andata, ndr), avere 45mila persone sarebbe già un ottimo risultato. Ma una cosa ci ha fatto arrabbiare».

I prezzi dei biglietti? «Proprio così. Alzare il costo dei tagliandi delle tribune per arginare la protesta è ridicolo. Ma questi mezzucci non ci mettono paura: ci aspettiamo una grande risposta da parte dei tifosi biancocelesti, perché questo è solo l’inizio».

Pensate ad altre iniziative? «Vogliamo riportare la gente allo stadio. Molti si sono allontanati sentendosi deturpati da Lotito, tutto fuorché un tifoso biancoceleste. Vi ricordate cosa accadde prima del suo arrivo? Con Longo facemmo oltre 42mila abbonati, 55 mila persone ogni domenica allo stadio. Tutta questa gente è stanca per la gestione Lotito, sempre al centro degli scandali, tra Calciopoli e il calcioscommesse. Ora basta».

Il Tempo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy