Lazio, Cana fa volare parole forti: “Non c’è un giocatore che non abbia pensato a…” – VIDEO

Lazio, Cana fa volare parole forti: “Non c’è un giocatore che non abbia pensato a…” – VIDEO

Ai microfoni della mixed zone, fortissime dichiarazioni di Lorik Cana. La vittoria sul Parma: “Grande vittoria per l’Europa contro un avversario diretto. Non era facile come avete visto. Abbiamo voluto vincere fino alla fine”. Il rientro “Non era la partita più facile per rientrare, poi c’è Cassano che rientrava e…

di redazionecittaceleste

Ai microfoni della mixed zone, fortissime dichiarazioni di Lorik Cana. La vittoria sul Parma: “Grande vittoria per l’Europa contro un avversario diretto. Non era facile come avete visto. Abbiamo voluto vincere fino alla fine”. Il rientro  “Non era la partita più facile per rientrare, poi c’è Cassano che rientrava e andavano in superiorità numerica. Abbiamo iniziato molto bene. Non è un caso vincere contro questa squadra. Ha girato per noi, siamo contenti”. La situazione ambientale “Mi fa sudare questa situazione. No, sto scherzando. E’ difficile abituarsi. Vogliamo giocare con uno stadio pieno, con i tifosi. Il nostro compito non è però commentare la contestazione. Ci sono cose che non ci riguardano”.  Il gesto di Candreva “Non ho visto il gesto di Candreva. Sono contento che ha segnato. Non è facile per lui”.  La corsa all’Europa “Siamo ancora in corsa, poi vedremo. Ci sono ancora tre partite fuori e due fuori. Dobbiamo vincere iil più possibile , perché ci siamo già giocati i passi falsi. Speriamo anche di recuperare pià gioctori possibile”.

 


LORIK CANA – LAZIO PARMA – 30 MARZO 2014 di cittaceleste

Il contratto “Io ho ancora due anni di contratto. La miglior cosa sarebbe di arrivare in fondo. Io farò sempre il mio compito, poi parlerò con la società per la miglior soluzione alla fine del campionato Il desiderioIo vorrei avere un ambiente e una società dove ho piacere a giocare. Vale per tutti i giocatori. Facciamo parte di una società con una grande storia. Ognuno fa la sua scelta a fine anno” La contestazione è un problema “Il problema c’è assolutamente. Giocatori che vogliono andare via no, ma che abbiamo il pensiero che se non si trova la soluzione… Non c’è un giocatore a cui non è passato in testa. E’ una fortuna giocare qua”. I tifosi “La gente ci segue. Quest’anno potevamo fare meglio ancora. Non tutto è perso, ma ci sono cose che non possiamo cambiare”. Le decisioni di Reja “Il Mister decide. Mi ha chiamato contro la Juve, contro la Fiorentina, contro la Samp. Ho sempre fatto il mio compito. A fine anno mi siederò con lui e la società e vedremo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy