Lazio, Immobile ha fame: “Ci metterò tutta la mia rabbia. Dobbiamo ambire alla Champions” Poi Ciro risponde a Keita…

Lazio, Immobile ha fame: “Ci metterò tutta la mia rabbia. Dobbiamo ambire alla Champions” Poi Ciro risponde a Keita…

La conferenza stampa di presentazione del nuovo attaccante biancoceleste

 

ROMA – Questa mattina presso il Centro Sportivo di Formello è stato presentato il nuovo attaccante della Lazio, Ciro Immobile. Ecco le sue parole.Cosa mi ha spinto ad essere qui? La storia e la maglia. Io erede di Klose? E’ una grande responsabilità. Spero di fare meglio di quando mi avevano etichettato come erede di altri, come Bacca (sorride ndr). Il derby? Sì, me ne hanno parlato. Ma lo conosco già. Sicuramente sarà un match speciale. Questa per me è una stagione di rilancio. E spero che lo sia sia per me che per la Lazio. Essere a 26 anni qui è la cosa più giusta. E’ l’età in cui un attaccante può esprimersi al meglio. Ho conosciuto i compagni: possiamo fare davvero bene. Anche con l’aiuto della società e di Peruzzi, che è sempre vicino a noi. La maglia numero 17? Ho voluto tornare alle origini, a Pescara l’avevo e ho fatto bene. Quanti gol prometto? I gol non si promettono mai. Quello che prometto è che metterò in questa esperienza tutto me stesso. Sperando di fare più reti possibili. A quale attaccante della Lazio somiglio? Non voglio paragonarmi con nessun giocatore che qui ha fatto la storia. Magari ne riparliamo fra 2-3 anni. Keita ha detto che la Lazio è un punto di partenza? No. La Lazio è un punto di arrivo. E la Lazio è una società che deve ambire – negli anni – ad arrivare alta in classifica, a qualificarsi in champions”. Intanto sul mercato, occhio ad un colpo di scena dell’ultim’ora in casa Lazio: CONTINUA A LEGGERE

MATTEO BENEDETTI Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy