• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Lazio, parla Cavanda: “Credo ancora nei Mondiali. Potrei dare al Belgio un valore aggiunto. Arsenal? C’è il mio agente”.

Lazio, parla Cavanda: “Credo ancora nei Mondiali. Potrei dare al Belgio un valore aggiunto. Arsenal? C’è il mio agente”.

ROMA – Luis Pedro Cavanda torna a parlare e lo fa al magazine belga “SportMagazine”. Un’intervista, quella del terzino della Lazio, molto lunga, che si apre con episodi strettamente legati alla Nazionale. Il rifiuto a parlare alla stampa belga: “Non era il momento giusto, quello. Non avevo giocato abbastanza partite…

di redazionecittaceleste

ROMA – Luis Pedro Cavanda torna a parlare e lo fa al magazine belga “SportMagazine”. Un’intervista, quella del terzino della Lazio, molto lunga, che si apre con episodi strettamente legati alla Nazionale. Il rifiuto a parlare alla stampa belga: “Non era il momento giusto, quello. Non avevo giocato abbastanza partite per sentirmi legittimato nel parlare. Oggi è diverso. Se non ho mai concesso interviste, comunque, è perché la critica non mi tocca. Prendimi per pazzo, ma chiedi a chi mi conosce davvero”. Marc Wilmots ha detto che la mancata convocazione è relativa a problemi di natura comportamentale: “Ho pensato subito che fosse stato Walem (l’allenatore dell’U-21 ndr) e l’ho chiamato. Ha detto che non ha capito però quest’affermazione e con me la controversia si è risolta”.

Il futuro: Sono molto lontano dal mio apice. Non ho intenzione di fermarmi qui”. Rumors parlano di un interesse dell’Arsenal: “Su questo argomento preferisco non parlare. Lascio questo argomento al mio agente”. L’Angola lo ha chiamato: “Vero, ma la mia priorità è il Belgio. Mi rendo conto che il sentiero è intasato ma non potevo continuare ad allenarmi per due nazionali diverse. La Lazio mi chiese di scegliere tra i due paesi perché perdevo troppe sedute ed ho scelto il Belgio”.

Belgio, nazionale forte. Cosa potrebbe portare Cavanda in più: “Sono convinto che potrei essere un valore aggiunto. Prima devo ritrovare il mio posto in squadra, è vero, ma alla Lazio ho fatto esperienza. Ho avuto avversari diretti come Gareth Bale, Ronaldinho, Giuseppe Rossi, e in campo europeo è sempre andata bene. Quando ho giocato contro il Tottenham, l’anno scorso, a fine partita Dembele e Vertonghen mi hanno detto che un ragazzo come me mancava al Belgio. Vedremo, Wilmots ancora non ha dato l’elenco definitivo”. Credere ancora nel Mondiale: “Se non c’è la lista, tutti hanno ancora una possibilità. Io continuo a lavorare e cerco di essere pronto per la prossima gara”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy