Lazio, Pulici: “Una società che non tiene ai propri sostenitori è una società destinata a fallire”

Lazio, Pulici: “Una società che non tiene ai propri sostenitori è una società destinata a fallire”

L’ex portiere della Lazio Felice Pulici parla della contestazione nei confronti di Claudio Lotito organizzata dai tifosi biancocelesti in occasione della gara col Sassuolo. ‘Domenica mi aspetto 40mila persone che parteciperanno ad uno spettacolo impensabile sotto ogni profilo, che metterà in evidenza la capacità artistica del tifoso e che farà…

L’ex portiere della Lazio Felice Pulici parla della contestazione nei confronti di Claudio Lotito organizzata dai tifosi biancocelesti in occasione della gara col Sassuolo. ‘Domenica mi aspetto 40mila persone che parteciperanno ad uno spettacolo impensabile sotto ogni profilo, che metterà in evidenza la capacità artistica del tifoso e che farà capire a questa società quanto sia importante la presenza della tifoseria – ha affermato Pulici a RadioSei -. Una società che non tiene ai propri sostenitori è una società destinata a fallire: spero che il presidente cominci a capirlo. Non c’è bisogno di concedere chissà che cosa. come qualcuno vuole far credere: basta avere un sorriso diverso sul viso, una capacità diversa di comunicare l’amore per i tifosi, ci vuole poco. Il tifoso non chiede per forza i grandissimi risultati, vuole solo far parte di un progetto. Dopo il 26 maggio il presidente in piazza San Silvestro ha fatto un discorso straordinario (in occasione della presentazione delle nuove maglie, ndr), che mi ha entusiasmato, ma che però non ha avuto riscontro con i fatti. Quella forza dialettica, espressa in un momento di grande entusiasmo, ci deve essere anche nelle situazioni di appannamento’.

 

‘Con l’arrivo di Reja la Lazio è migliorata sotto molti aspetti: può sembrare rinunciataria, ma è un atteggiamento tattico che ti porta sempre a colpire alla prima occasione – ha proseguito Pulici -. Nel calcio è bello vedere anche lo spettacolo, è vero, ma quello che conta di più è non prendere gol, altrimenti non si vincono le partite. Il modulo con la difesa a tre poi mi sembra quello più congeniale per questa squadra, e oltretutto è quello che Reja conosce meglio, cosa che gli permetterà di non sbagliare nella scelta degli interpreti. In Europa League la Lazio può diventare una sorpresa, perché è una competizione che si vince solo non prendendo gol. Berisha? Sta facendo vedere delle cose interessanti in questo periodo, sicuramente un portiere promosso fino ad ora’. (Calciomercato.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy