Lazio, Reja: “Non possiamo più fallire.Minala? Lo porto in panchina”

Lazio, Reja: “Non possiamo più fallire.Minala? Lo porto in panchina”

ROMA- Reja è intervenuto nella classica conferenza stampa prima della trasferta di Cagliari. Ecco le parole del mister ai microfoni dei cronissti. C’è ancora la possibilità di raggiungere l’ Europa League? “Si ne abbiamo discusso i Nazionali erano via, sfortuna ha voluto che non ho avuto a disposizione sei o…

ROMAReja è intervenuto nella classica conferenza stampa prima della trasferta di Cagliari. Ecco le parole del mister ai microfoni dei cronissti.

C’è ancora la possibilità di raggiungere l’ Europa League?Si ne abbiamo discusso i Nazionali erano via, sfortuna ha voluto che non ho avuto a disposizione sei o sette giocatori, in un ambiente un po’ particolare, ma non deve essere una scusante, cercheremo di affrontare le 11 partite rimanenti nella maniera migliore.

 

Quasi un sollievo giocare fuori da Roma?Ultimamente è venuto meno, abbiamo incappato in questa sconfitta casalinga, cominciando da domani, il Cagliari ha ottime qualità soprattutto davanti. Con il recupero di Ibarbo, e Pinilla è un ottimo giocatore, è una buona squadra con Sau che si muove tra l linee, non sarà facile, confido nella squadra che ha giocato con impegno e determinazione recuperando punti perduti.

 

Ha parlato con Klose, come lo ha trovato?Ci tiene moltissimo alla Lazio e ci tiene moltissimo a fare bene, penso che la squadra in generale deve aumentare il rendimento, dipende molto dalla squadra e quello che propone, lui è il terminale offensivo, deve essere supportato dal resto della squadra, lui sta bene fisicamente, sta lavorando con impegno ha una certa serenità vuole dare un apporto importante.

 

Quanto pesa l’assenza del giocatore come Candreva?Con Felipe Anderson ci ho parlato, come giocatore preferivo che giocasse come esterno, potrebbe giocare anche dietro le linee, volevo provarlo anche in una situazione, come esterno si sente sacrificato, vuole avere maggiore libertà di manovra, ma con il 4-3-3 sei obbligato a giocare con due esterni, è una valutazione che farò più avanti. Non è una bocciatura per lui, ha mezzi importanti e qualtà importanti. Lui quest’anno voleva fare tante cose, per come era considerato in Brasile, era uno dei più promettenti, lui è ancora alla ricerca di uqalche prestazione per far vedere il suo potenziale

 

Novaretti sarà rilanciato?Domani nella partiita che cgiocherà s è impegnato molto, lo vedremo.”

 

Lo stadio vuoto è un alibi per la squadra? “La squadra ne risente, avere il pubblico vicino,, non è che si sta nascondendo, dietro questa situazione, dispiace perchè che eravamo in crescita anche sotto l’aspetto del gioco è arrivata una scivolata, la squadra, ci crede, stiamo lavorando sotto questo aspetto, avviamo ancora un obiettivo, per cercare di raggiungerlo. Considerando il calendario che abbiamo ,dobbiamo arrivare agli scontri diretti con una buona posizione in classifica poi tireremo le somme.”

 

Gonzalez giocherà dal primo minuto? “L‘ho provato in settimana, la formazione è quasi fatta. C’è un piccolo problema con Radu, mi auguro di no, se dovesse mancare Radu, Ho anche la soluzione di Lulic, Cavanda e Pereirinha. Altre opportunità non ci sono.

 

Lopez che ne pensa come allenatore?Abbiamo fatto una splendida cavalcata, è stato un artefiice importante, è arrivato a Cagliari ha lasciato una bella impronta, sta giocando bene, dietro sta facendo bene. Quando andavo a vederla, glii ho fatto i complimenti che sta lavorando bene, non sono fuori dal discorso slavezza saranno molto motivati. Mi auguro di fare risultato e una buona prestazione.

 

Proverà a cambiare modulo? ““Dopo aver provato i tre dietro, per dare maggiori garanzie, ora ho trovato il modulo giusto ed un assetto tattico che ha le caratteristiche adesso, Lo potrei fare durante la gara, so che posso fare affidamento sui giocatori che stanno in panchina.

 

Sente di aver raddrizzato la baracca? “ E’ un po’ inferiore, volevo raggiungere la zona Europa, ci credevamo di poterlo fare. Stiamo navigando bene, se dovessi raggiungere questa media, voglio raggiungere l’Europa non possiamo più fallire, sarebbe difficile raggiungere questo obiettivo, mantenere una distanza adeguata dall’ Europa League, non vorrei staccarmi troppo da questo gruppo qui davanti, non sono venuto qui per non dire niente, voglio raggiungere il massimo possibile”

 

Meglio affidarsi  alla vecchia guardia o ai giovani? “Non mi importa, metto in campo la formazione migliore possibile che vedo in settimana. I giovani ci danno vivacità, li ho messi dentro, qualcuno sta andando bene, qualcuno meno bene. Ti devi fidare dei giocatori che hai, lavorare bene dorante la settimana che stanno facendo, vedo la crescita anche dei giovani, scelgo sempre quelli che mi danno maggiori garanzie.”

 

Dopo l’occasione sciupata domenica. Questo mese sarà decisivo per l’Europa League?Si sono d’accordo. Si bisogna che ci sia l’ardore giusto, sono delle finali. Contro l’Atalanta era decisiva, ora non si può fallire da qui alla fine per cercare di ottenere il massimo, l’impegno mio è quello di ottenere il massimo del risultato possibile.

 

A livello personale se non cambia la situazione, può pesare sul suo futuro?Cerchiamo di affrontare questo argomento. Io son venuto per guardare in prospettiva, la società sta lavorando, Bollini ha fatto un ottimo lavoro. I giovani li stiamo valutando, stiamo cercando giocatori di una certa importanza. In posizioni più avanzate, i giovani stan fiorendo per la Primavera, qualcuno andato fuori sarà valutato. Quella mia è una idea di intervenire su giocatori di qualità affinchè questa Lazio sia competitiva, qualche volta centri l’obiettivo, non giocatori ultra terentenni ma tra i 24/27 che sono nel pieno delle loro possibilità. Questo è l’indirizzo e ve lo posso assicurare, stiamo valutando e monitorando giocatori nel firmamento calcistico, l’obiettivo è quello di fare il meglio possibile, la società si sta muovendo e sta lavorando su altre situazioni.

 

La gara contro il Milan ci sarà Postiga?Quella più importante per noi è domani, da martedì penseremo al Milan ,valuteremo se può essere a disposizione

 

Minala?Domani viene con me in panchina, se c’è la possibilità di farlo esordire lo posso schierare. Se c’è la possibilità di farlo giocare, va bene.

 

Se la Lazio non va in Europa quanto pesa sulla programmazione futura?Non c’entra niente la classifica finale, una società che programma, non deve pensare il futuro. Mi piacerebbe centrare tutti e due gli obiettivi, ci deve essere la ferma volontà di raggiungere il massimo possibile.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy