Le voci, Bacci: “Servono giocatori che sentono la Lazio nel cuore”

Le voci, Bacci: “Servono giocatori che sentono la Lazio nel cuore”

ROMA – Roberto Bacci, ex centrocampista biancoceleste, è intervenuto quest’oggi ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM: “Sono curioso di vedere la Lazio il 13 agosto, la squadra deve essere brava e attenta a non fare passi falsi. I giocatori biancocelesti sono giovani ma esperti, fanno la differenza. In questo momento la Juve non mi sembra nelle condizioni ottimali per il suo potenziale. Ha perso un giocatore importante come Bonucci in un reparto in cui la Lazio è molto veloce e pericolosa. Il calcio d’agosto è strano, la Lazio contro la Juve ha sempre giocato male, mi auguro che questa volta sia diverso. La società è stata brava, negli anni, a trovare i giocatori giusti, ha giocato in anticipo, basta pensare a Milinkovic, de Vrij, Keita. Ci ha visto più lungo rispetto ad altre squadre. La forza dei biancocelesti è la valorizzazione dei giocatori, la Lazio è una signora società. In questa società ci devono essere giocatori che hanno fame e che sentono la Lazio nel cuore. Quando si indossa la maglia della prima squadra della Capitale si devono avere le palpitazione e l’adrenalina che ti fa fare qualcosa in più e ti fa arrivare ad un certo livello. Gli innesti si inseriscono facilmente in un gruppo affiatato come quello biancoceleste. Felipe Anderson mi è sempre piacito, lui stesso non è consapevole delle sue potenzialità, è immenso. Il sistema di gioco è ottimo per lui. Quando si va allo stadio deve essere una festa, e questo cambiamento di apertura verso i tifosi sicuramente invoglierà anche le famiglie. È un piacere condividere con i figli le gioie che ci trasmette la squadra del cuore”. Nel frattempo Strakosha è pronto a volare: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy