Le voci, Biava: “Klose è già un allenatore, Inzaghi merita la conferma”

Le voci, Biava: “Klose è già un allenatore, Inzaghi merita la conferma”

“Con De Vrij e Gentiletti la difesa biancoceleste tornerà al top la prossima stagione”

Biava

ROMA – Giuseppe Biava è intervenuto ai microfoni della radio ufficiale biancoceleste e ha parlato di questa e della prossima stagione che verrà

Cosa vorresti dire a Klose visto che domenica sarà probabilmente la sua ultima partita con la divisa biancoceleste?

“Ci ripensi (ride, ndr), visto quello che ha fatto l’ultimo periodo credo possa fare ancora tanto. Se ha fatto questa scelta si può solo ringraziare per quanto fatto se dovesse partite mi auguro che nella prossima partita possa ottenere il record di miglior marcatore straniero della Lazio”

Ma è così serioso come viene dipinto?

“No, ha un modo di fare che sembra serio, ma in realtà è uno di compagnia, che ama scherzare. Lui è uno fra quelli che nello spogliatoio scherza, parla molto e dà tanti consigli. E’ proprio un uomo spogliatoio”.

Credi possa fare l’allenatore un giorno?

“Lo vedo come allenatore in futuro, è un professionista. Miro non lascia niente al caso. Anche in allenamento cercava di risolvere i problemi riguardo certi movimenti parlandone. Ha esperienza da vendere, uno come lui come tecnico non può che far bene: sia con i ragazzi che con la prima squadra”

Un tuo ricordo sul campo di Klose?

“Il gol del primo derby vinto, la risolse lui al 90esimo in un momento in cui perdevamo tanti derby. Basti vedere come aggredisce il difensore in possesso di palla. E ti veniva da pressare e giocare bene vista la sua aggressività, non mollava mai in campo”

Un tuo giudizio su Gentiletti?

“Anche lo scorso anno ne avevo parlato bene, mi aveva dato un buona impressione: bravo tecnicamente e con molta esperienza. Purtroppo è stato penalizzato dagli infortuni. Ora con Inzaghi ha trovato più continuità e sta facendo vedere che è un giocatore di livello. Con Inzaghi che predilige far partire l’azione da dietro si vede che è uno dei più bravi nella rosa della Lazio in fase di impostazione. Lui è un po’ il Bonucci della Juventus”

Chiellini, Bonucci, Barzagli sono anche la difesa dell’Italia: ma quali sono i difensori migliori per la Nazionale per il futuro?

“Bel dilemma, in Italia siamo abituati da sempre ad avere un sacco di difensori, ora come ora ne vedo pochi in grado di sostituire questi tre. Anche per il fatto che ci sono tanti stranieri incide su un’ eventuale esplosione dei giovani. Penso a Rugani, c’era Ranocchia ma si è perso. Rugani mi ricorda Barzagli, che è un giocatore completo e poco falloso. Rugani ha queste caratteristiche e non può far altro che migliorare”

Oltre Rugani, anche Tonelli sta facendo molto bene…

“Ha fatto bene l’anno scorso e sta facendo bene quest’anno. Dovrebbe fare il salto di qualità andando in una squadra importante. Ad Empoli non hai pressione, ma se giochi per la Juve, la Lazio o altre squadre il livello è differente”

La coppia pensata per la difesa laziale era de Vrij e Gentiletti, ma insieme hanno giocato poche gare visti gli infortuni… 

“La coppia era stata costruita pensando a loro due, poi de Vrij ha avuto poche occasioni a causa degli infortuni di giocare con Gentiletti. Se l’olandese torna ai livelli in cui si è espresso verrebbe fuori una bella coppia difensiva. In questo modo la Lazio avrebbe un’ottima difesa per diversi anni. Speriamo che de Vrij, che ha fatto bene ovunque, anche in Nazionale, torni ai livelli visti prima dell’infortunio”

Un tuo giudizio su Cataldi?

“Cataldi è valido, ha fatto un ottimo campionato. Nonostante la squadra sia calata di rendimento e lui ne è stato influenzato. E’ un giocatore di prospettiva, di personalità. Me lo ricordo quando è venuto in ritiro con noi, molto umile. Può solo migliorare se ascolterà i consigli di Biglia e Parolo. Merita di stare a questi livelli”

Che partita sarà Lazio-Fiorentina?

“Sicuramente è una partita di fine stagione, ma è pur sempre un Lazio-Fiorentina, nessuno ci tiene a fare brutte figure. Magari la Lazio ha qualche stimolo in più per l’addio di Klose e per Inzaghi che vuole arrivare ad una riconferma. Speriamo che Klose faccia gol e raggiunga il record di miglior marcatore straniero della Lazio”

Un tuo giudizio sul campionato della Fiorentina?

“La Fiorentina era la rivelazione del campionato: giocava un ottimo calcio ed era fra le prime posizioni. Essere andati avanti in Europa gli ha tolto le energie, poi hanno avuto un calo fisico e di concentrazione”

Un giudizio su Belotti?

“Belotti è un ragazzo interessante, ho sentito i miei compagni che giocavano con lui con l’Albinoleffe e ne parlavano tutti molto bene. Non molla mai e ha trovato il gol con continuità. Gli auguro di arrivare alla Nazionale. Ricorda il primo Bobo Vieri, non bello da vedere ma molto efficace”

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy